Caricamento in corso...
04 marzo 2017

Fede c'è: miglior crono mondiale 200sl del 2017

print-icon
pel

La famosa esultanza di Federica Pellegrini, che mostra la "linguaccia" (foto LaPresse)

Nella seconda giornata di gare "Arena Pro Swim Series" di Indianapolis, l'azzurra impressiona tutti al suo debutto stagionale nei 200 sl: la Pellegrini domina la sua gara con un ottimo tempo (1'56''07)

di Lia Capizzi

La linguaccia di Federica vale da sola il commento per una gara che rappresenta la miglior risposta al duro lavoro invernale. La Pellegrini ha scelto Indianapolis (Stati Uniti) per il debutto stagionale nei suoi amati 200 stile libero. Giovedì nella prima giornata del circuito "Arena Pro Swim Series" si era cimentata nei 100 stile libero cogliendo un terzo posto in 54”47 che non l’aveva lasciata soddisfatta appieno, con la sensazione di lieve stanchezza.

Senza rivali - Comprensibile pesantezza, eredità dei carichi di lavoro in altura. Dal 21 gennaio Federica ha trascorso tre settimane a quota 2000 metri a Flagstaff, alla Northen University Arizona, poi è scesa al livello del mare al caldo di Fort Lauderdale (Florida) per altri 17 giorni di allenamenti intensi. Un totale di 6 settimane in collegiale a preparare la stagione 2017 che ha come obiettivo principale i Mondiali a Budapest a fine luglio. Ma quando si tratta di nuotare i 200 stile libero la Pellegrini ci mette sempre qualcosa in più. In mattinata chiude le batterie con il miglior tempo (1’57”80) e in finale decide di premere l’acceleratore. Non ha rivali, la vittoria non è proprio in discussione, ma a lei interessa il crononometro dal quale trarre tutte le indicazioni possibili. Tocca la piastra con il miglior tempo mondiale stagionale (1’56”07) e si libera sfoderando un sorriso di enorme soddisfazione. In diretta tv i commentatori della NBC esclamano un “wow” che racchiude tutta l’ammirazione per la longevità della fuoriclasse italiana.

La linguaccia di Fede
- Federica esce dalla vasca e va subito a cercare il suo allenatore Matteo Giunta, al quale regala una linguaccia. È la linguaccia simbolo della Pellegrini dei tempi migliori. Non servono parole in quel muto gioco di sguardi che fa parte del personale alfabeto tra atleta e coach, se vogliamo tradurlo potrebbe essere: “Bene, vuol dire che stiamo lavorando bene, adesso torniamo in Italia”.

Super debutto - Il tempo di chiudere le valigie e atterrare a Milano, dove la Pellegrini sarà protagonista della settima edizione del Trofeo Città di Milano (10-11 marzo) insieme a Paltrinieri, Detti, Magnini, Dotto, Orsi, Di Pietro &Co. Nella piscina Samuele del capoluogo lombardo la 28enne veneziana sarà in acqua nei 100 stile libero, 100 e 200 dorso, quindi niente 200 stile libero. La rivedremo in gara nel suo terreno di caccia, le quattro vasche a stile libero, ai Campionati Italiani Assoluti di Riccione (4-8 aprile). Ecco perché questi 200sl a Indianapolis assumono ancor più valore, come debutto, come crono e come sensazione. Nella città dove si corre la famosa “500 miglia” la Pellegrini versione 2017 si presenta al Mondo sfrecciando in modalità "Speedway". Fede c’è.

Tutti i siti Sky