Caricamento in corso...
16 luglio 2017

Mondiali di nuoto, bronzo di Arianna Bridi nella 10 km di fondo

print-icon
ari

Una nuova soddisfazione per l'Italia. Ai mondiali di Budapest nella 10Km nuoto di fondo la trentina Arianna Bridi vince il bronzo ex-aequo con la brasiliana Ana Cunha. Successo di Aurelie Muller (Fra), argento a Samantha Arevalo (Ecu). Quinta Rachele Bruni.

Ai Mondiali di nuoto di Budapest dopo l’argento di Mario Sanzullo nella 5Km maschile arriva il bronzo di Arianna Bridi nella 10Km femminile che è specialità olimpica. Una medaglia che ha rischiato di avere il sapore di beffa visto l’andamento della gara con la Bridi e Rachele Bruni a giocarsi entrambe il podio negli ultimi metri. Vince la francese Aurelie Muller sempre al comando dal secondo chilometro. Nel finale caotico si inserisce, con grande astuzia, Samantha Arevalo (Ecu) per un argento che parla un po’ italiano: la Arevalo si allena in Italia insieme proprio alla Bridi e alla Bruni alla corte del tecnico Fabrizio Antonelli. All'arrivo testa a testa tra la Bridi e la brasiliana Cunha, dopo la visione del fotofinish la giuria decide di assegnare il bronzo ex-aequo. Quanto pesa questa medaglia mondiale per Arianna? Le vale lo status definitivo di campionessa. Ventidue anni di Trento in forza all’Esercito, da sempre un talento del settore giovanile, lo scorso febbraio aveva vinto in Coppa del Mondo nella tappa di Viedna in Patagonia, ad avvalorare le previsioni di un futuro per lei luminoso. La conferma, oggi, nelle acque del lago Balaton. Per Rachele Bruni l’appuntamento mondiale è un tabù, chiude quinta. La toscana, argento olimpico e dominatrice delle ultime edizioni di Coppa del Mondo, perde lucidità nello sprint finale, sfiancata da un battaglia gomito a gomito. Nell'olimpo del nuoto di fondo Rachele resta comunque un riferimento.