Caricamento in corso...
28 febbraio 2016

Combinata donne, Vonn tredicesima. Gigante uomini, vince Pinturault

print-icon

Smentendo ogni pessimismo, Lindsey parte e finisce prima nel SuperG di Soldeu (Andorra) il giorno dopo l'infortunio al ginocchio, poi nella prova di slalom scende in classifica (trionfa la canadese Marie-Michele Gagnon, quarta la nostra Brignone). Nel gigante maschile di Hinterstoder (Austria), invece, la spunta il francese

Dopo lo slalom speciale Lindsey Vonn chiude al tredicesimo posto la Combinata di Coppa del mondo femminile a Soldeu (Andorra). In mattinata la prova di SuperG era stata spostata dalle 10.30 alle 12 causa neve. E ad appena 24 ore di distanza dalla microfrattura al ginocchio sinistro, la fuoriclasse americana scendeva in pista risultando addirittura la più veloce di tutte. Secondo tempo ex aequo in 57"30 per la svedese Kajsa Kling e l'altra statunitense Laurenne Ross. La svizzera Lara Gut, rivale di Vonn nella corsa per la Coppa del mondo, quinta. Le azzurre Federica Brignone e Johanna Schnarf invece appaiate in sesta posizione. La graduatoria finale della Combinata, nel pomeriggio, vede trionfare la canadese Marie-Michele Gagnon davanti alla svizzera Wendy Holdener e alla francese  Anne-Sophie Barthet. Splendido quarto posto complessivo per la campionessa azzurra Federica Brignone, nona posizione per la compagna di squadra Johanna Schnarf.

"Ho lottato, questa è la verità. Ieri, dopo la caduta nella neve fresca a lato della pista di SuperG, con un grosso ematoma  e con uno strappo fortunatamente leggero, davvero non pensavo che oggi avrei potuto gareggiare. Ma ho deciso di tenermi la possibilità aperta sino all'ultimo minuto perché c'erano in palio punti preziosi e allora bisogna lottare", ha spiegato l'americana, che è ovviamente in corsa per la conquista della coppa del mondo contro l'elvetica Lara Gut.

Così Lindsey dopo essersi sottoposta a una serie di drenaggi al ginocchio uscito malconcio (documentati con tanto di foto sui suoi profili social con tanto di posti "Ho drenato un po' di volte il mio ginocchio e le cose vanno meglio. Ora salgo sulla cima della montagna e vediamo cosa fare...") - è scesa in pista in superG e come detto si è subito portata al comando. Poi però è stata tradita dalla manche di slalom speciale, disciplina che sostanzialmente ormai non pratica più. Ma più di lei è stata tradita dallo slalom proprio Lara Gut che è addirittura finita fuori. Risultato: in classifica Lindsey Vonn ha allungato un po' con 1.235 punti contro i 1.207 di Gut.

 


Pinturault domina in Austria
- Alexis Pinturault in 2'43"88 ha vinto alla grande anche il gigante di Hinterstoder, in Austria: è il suo 14esimo successo in carriera, la terza vittoria consecutiva in questa disciplina, impresa mai riuscita ad un francese. Secondo l'austriaco Marcel Hirscher, in 2'45"02, terzo il norvegese Henrik Kristoffersen (2'45"14). Hirscher ha ora 1.365 punti in classifica generale contro i 1.082 di Kristoffersen ed ha a portata di mano la sua quinta Coppa del mondo consecutiva. Quando mancano tre gare alla fine della stagione, Hirscher guida anche la classifica di gigante con 561 punti contro i 430 di Pinturault.

Italiani in ombra - Il migliore degli azzurri è stato l'altoatesino Florian Eisath, ottavo in 2'46"37; poi Riccardo Tonetti, decimo in 2'46"65, Luca De Aliprandini, 15esimo in 2'47"37 e infine Max Blardone, 22esimo in 2'47"85.

Tutti i siti Sky