Caricamento in corso...
06 ottobre 2008

Dopo Napoli, anche Capo d'Orlando fuori dal basket di A

print-icon
orl

L'Upea promette battaglia contro la decisione del Coni

Rigettato il ricorso dell'Upea che aveva chiesto di prendere parte al campionato che inizia domenica prossima. Dura la replica del presidente Sidoni: "Ricorreremo al Tar"

La Camera di conciliazione per lo sport del Coni ha respinto il ricorso dell'Orlandina basket, confermando l'esclusione dei siciliani dal campionato di serie A di basket maschile.

Il comunicato - La Camera di Conciliazione del Coni, presieduta da Marcello Foschini e composta da Luigi Fumagalli, Maurizio Benincasa, Ciro Pellegrino e da Aurelio Vessichelli, in qualità di Arbitri, riunita in conferenza personale in data 1 ottobre 2008, a Roma, ha deliberato all'unanimità il seguente lodo nel nel procedimento di arbitrato promosso dall'Orlandina Basket Srl contro la Federazione Italiana Pallacanestro. Rigetta la domanda dell'Orlandina Basket Srl; Condanna l'Orlandina Basket Srl, con il vincolo di solidarieta', al pagamento integrale degli onorari e delle spese di arbitrato, liquidati in 6.000,00 euro, oltre spese generali e oneri di legge; Condanna, altresi', l'Orlandina Basket Srl al pagamento delle spese di lite in favore della resistente quantificate in 2.000 euro oltre spese generali e oneri accessori. Confermata pertanto che il massimo campionato di basket 2008-2009 sara' a 16 squadre dopo le esclusioni di Napoli e Capo D'Orlando.

La reazione - "Noi andremo avanti e ricorreremo al Tar anche se ci dispiace uscire dall'ordinamento sportivo - ha dichiarato il presidente dell'Orlandina Enzo Sindoni a Sky Sport 24 - L'amarezza è profonda. Mi rammarica che la decisione è stata presa il giorno 1 e comunicata il 6 e quindi forse c'era la volontà di volerci spingere fuori. Noi siamo assolutamente convinti delle nostre ragioni. Il campionato parte domenica? E' un problema non mio, noi avevamo chiesto di riposare alla prima giornata in un campionato a 17 squadre. Voglio conoscere bene la sentenza prima di commentarla ma continueremo a far valere le nostre ragioni. Io amo il basket ma anche la mia squadra e devo andare fino in fondo".

Tutti i siti Sky