Caricamento in corso...
24 novembre 2008

Monologo Montepaschi: è fuga. Ecco gli highlights

print-icon
pia

Siena imbattuta dopo sette giornate. Il "maestro" Pianigiani raccoglie gli applausi del pubblico dopo il successo contro Montegranaro

SERIE A/7a. Finisce 88-62 la sfida contro la Premiata. Siena a punteggio pieno. Roma cade a Pesaro, la Fortitudo mette ko Treviso. A tenere il passo della capolista solo Air Avellino e Virtus Bologna. Alla Eldo il posticipo di Ferrara (70-86)

INTERVIENI NEL FORUM DEL BASKET

Siena batte anche la rivelazione Montegranaro nella settima giornata ed è quota quattordici punti nella classifica della serie A di basket. Ottantotto a sessantadue, 28-12 dopo il primo quarto e esito della partita segnato dalla già scritta vittoria della Montepaschi. Mc Intyre 18 punti, Lavrinovic 17, Kaukenas 16 e Finley 10 sono tra le cifre del successo degli uomini di Pianigiani, che al tiro da tre hanno fatto segnare un 15/31 notevole. Da parte marchigiana in doppia cifra il solo Minard con 17. "E' stata una partita strana- ha detto il tecnico di Siena, Simone Pianigiani-. Noi volevamo partire forte per non avere nel finale Montegranaro a contatto e ci siamo riusciti. Abbiamo fatto un ottimo primo quarto, ma poi non mi è piaciuto come loro sono rientrati in partita nel secondo periodo, perchè noi abbiamo calato l'intensita'. Nel terzo quarto abbiamo di nuovo accelerato chiudendo la partita, mentre nell'ultimo periodo abbiamo ancora calato un po' l'intensità e questo ovviamente non mi rende entusiasta. Nel complesso comunque sono soddisfatto, oltre che per la partita, anche per la settimana di lavoro che abbiamo fatto, perché le prossime gare sono molto difficili e dobbiamo tenere alta l'intensità per mantenere questo margine di vantaggio in campionato e per rimanere nelle migliori tre squadre del girone in Eurolega". "Abbiamo fatto tantissima fatica, ma non posso dire che la squadra ha avuto un approccio sbagliato alla gara- ha detto il tecnico di Montegranaro, Alessandro Finelli- semplicemente la differenza attuale tra noi e loro, specie quando hanno in campo il quintetto base, è questa qua".

Ce n'è abbastanza per parlare di fuga, considerato che alle spalle di Siena, oltre a Montegranaro, sono cadute anche Roma e Treviso (giocata sabato), e che solo Avellino (anche questa nell'altro anticipo) e Virtus Bologna hanno tenuto il passo. Oggi la Virtus ha saputo ribaltare una situazione difficile a Cantù, dove è stata sotto 39-33 all'intervallo. La cura Boniciolli pare avere fatto davvero bene ai virtussini, che dopo Rieti sono passati con il sorpasso decisivo nel terzo quarto: dal 43-39 al 43-61, una sfilza di ventidue punti di blackout per la Ngc. Il sorpasso è stato segnato, per l'esattezza, da due bombe di Righetti, dal 43-41 al 43-47. Alla fine 23 punti di Boykins e 17 (con 10 rimbalzi) di Langford da parte bolognese; per Cantù 23 punti di Rich e 21 di Pinkney, con 10 rimbalzi. Pesaro ha condotto alla grande con Roma, chiudendo 106-93 con 25 punti di Curry, 24 di Hicks e 22 di Hurd; da parte Lottomatica non sono bastati 20 di Ray e 18 di Hutson.

Rieti si è ripresa battendo Biella: l'Angelico si era portata avanti nel terzo parziale, ma nell'ultimo è crollata. Per la Solsonica 25 punti e 15 rimbalzi di Pasco e 21 punti di Gigena; per Biella 17 punti di Gaines. Teramo è passata a Udine con 25 punti di Poeta e cinque uomini in tutto in doppia cifra; per la Banca Tercas solo 19 di Anderson. Bene Caserta. La formazione campana si è aggiudicata il posticipo giocato sul campo della Carife Ferrara. La partita si è chiusa sul 70 a 86.

Tutti i siti Sky