Caricamento in corso...
06 dicembre 2008

Roma ancora ko. Guarda gli highlights della giornata

print-icon
ebi

Quinta sconfitta consecutiva in campionato per la Lottomatica Roma a Ferrara

SERIE A/9a. Il Montepaschi vince 85-77 ad Avellino ed è sempre più leader. Lottomatica sconfitta 73-67 a Ferrara. L'Armani soffre ma ha la meglio sulla Snaidero, Biella travolge Caserta, Teramo vince a Rieti, Montegranaro batte Cantù

INTERVIENI NEL FORUM DEL BASKET

Inarrestabile. Avellino ci ha provato in tutti i modi, ma non e' riuscita a fermare la corazzata Siena. La squadra di Pianigiani si e' imposta 85-77 ma non e' stata una passeggiata. La nona giornata della serie A di basket ha visto anche i successi della Virtus Bologna, che tiene il passo di Siena (-4 dalla capolista) vincendo il derby con la Fortitudo, e di Milano contro Udine. Siena dunque sempre piu' leader di questo campionato.

Nel primo quarto la Montepaschi trova un break (11-3) grazie a 6 punti di Domercant e 5 di Sato. La Air, che arrivava a questa sfida dopo le debacle esterne subite in campionato a Montegranaro e ad Atene in Eurolega, ricuce subito lo strappo e resta aggrappata al match grazie ai punti di Warren e Tusek. Siena va comunque al riposo sul +4 (46-42) grazie a due liberi trasformati da Lavrinovic. Nel terzo Avellino resta ancora aggrappata al match (65-71), nel quarto poi Eze, Sato e Mc Intyre mettono a segno i punti del +10 Siena (80-70). Tusek e Diener provano a tenere ancora in corsa la Air, ma i punti di Lavrinovic e Mc Intyre chiudono il match, consegnando a Siena la nona vittoria in altrettante giornate di campionato. Per la Montepaschi il miglior realizzatore e' Lavrinovic con 14 punti. Per Avellino 19 punti di Tusek.

Irresistibile in Eurolega, in crisi in campionato. La Lottomatica delle cinque vittorie consecutive in Europa, inciampa nel pokerissimo di sconfitte in Italia. La quinta caduta di fila la rimedia a Ferrara, contro una Carife in  piena lotta salvezza. Il timbro al match, quello dell'allungo estense che poi nel finale viene conservato con i liberi, lo firma Riley, proprio il  giocatore che sarà 'tagliato' per far posto ad Apodaca. Il giovane statunitense della Carife ne segna 19, surclassa i più blasonati Ray, Jennings e Jaaber che fanno bottino, forzando, quando la gara è saldamente nelle mani dei padroni di casa.

Roma era senza Brezec (febbre) e con Becirovic ai minimi termini; Ferrara senza Allegretti (stiramento) e con Apodaca a bordo campo pronto a debuttare domenica prossima a Udine. Al 6'  primo vantaggio ferrarese (10-9), con i canestri di Riley e una difesa intensissima la Carife ha allungato: 17-12 (8'). Roma ha rintuzzato (17-16 al 10'), ma è scivolata indietro con i primi punti di Jamison (26-22, 17') fino al 36-28 all'intervallo.
Nella ripresa la Lottomatica ha pressato a tutto campo, proponendo poi la zona. Ancora una tripla di Riley l'ha rimandata indietro, poi è stato ancora Jamison per il 49-38 del 28'. Ferrara ha recuperato palloni su palloni, ha sbagliato qualche tiro facile ma è restata in piedi con la difesa (52-41). La zona ha bloccato psicologicamente la Carife, ma con i liberi i padroni di casa hanno tenuto la Lottomatica a distanza di sicurezza. Qualche pallone perso di troppo ha dato brividi aggiuntivi ai tifosi, ma Roma ha finito il bonus e dalla lunetta la mano dei ferraresi non ha tremato. 

Milano invece soffre nel primo tempo contro una Snaidero molto aggressiva. L'Armani chiude sotto di 5 punti al riposo (37-42), con Jackson che realizza 14 punti per Udine. Per i milanesi Hall e' il migliore con 7 punti. Nel terzo periodo l'Armani migliora le percentuali al tiro e si porta per la prima volta in vantaggio (50-47). Nel quarto periodo Sow, Hawkins e Hall chiudono il match segnando i punti del +14 (74-60) Milano. Il migliore per l'Armani e' Jobey Thomas con 16 punti; 12 a testa per Mordente, Vitali e Hawkins, 13 per Sow. Per Udine, fanalino di coda della classifica, 21 punti di Antonutti.

Biella invece travolge Caserta 103-81 nello scontro salvezza. Nel primo tempo la Eldo affonda sotto i colpi di Smith (14 punti), Gaines (11) e Gist (10) che permettono a Biella di andare al riposo avanti di 13 punti (51-38). Nel terzo periodo i padroni di casa vanno avanti anche di 19 punti (74-55) chiudendo di fatto la partita. Per l'Angelico buone prove di Joe Smith (21 punti) e Reece Gaines (17).

Teramo si impone invece sul difficile parquet di Rieti dopo un supplementare (88-84). Match in grande equilibrio. Sulla sirena una tripla di Sklavos permette ai padroni di casa di andare al supplementare (75-75). Le triple di Hoover e Brown portano Teramo avanti di 3 (84-81). Green tiene in corsa Rieti ma decidono il match un canestro da sotto di Carroll e un libero di Piazza per l'88-84 finale. Per Rieti il migliore e' Green con 22 punti; per Teramo 23 punti di Carroll, 22 per Poeta e 20 per Brown.

Successo anche per Montegranaro che batte Cantu' 85-82. La NGC aveva chiuso il primo tempo avanti di 8 punti (44-36). Poi subisce la reazione della Premiata. Si gioca punto a punto fino all'ultimo minuto. Due liberi di Gaines danno il +3 a Cantu', ma una tripla di Flamini porta in parita' il match (75-75). Dalla lunetta Minard, Garris e Taylor segnano i canestri del +4 Montegranaro, ma le triple di Elder e Rich tengono in corsa Cantu' (83-82). Nei secondi finali chiude il match dalla lunetta Taylor che assieme a Minard e' il miglior marcatore dei suoi (17 punti a testa). Per Cantu' 21 punti di Toure. Con questa vittoria Montegranaro raggiunge al terzo posto in classifica Treviso e Teramo a quota 12 punti.

Tutti i siti Sky