Caricamento in corso...
11 dicembre 2008

Maccabi troppo forte per Avellino, Roma fermata a Badalona

print-icon
ave

Arroyo del Maccabi Tel Aviv in azione contro l'Air Avellino

EUROLEGA/7a. Prove negative per le italiane impegnate in Europa: l'Air viene superata 86-72 dagli israeliani di Tel Aviv, la Lottomatica del neo coach Nando Gentile cede 97-93 allo Joventut e incassa la seconda sconfitta stagionale lontano dall'Italia

COMMENTA NEL FORUM

JOVENTUT BADALONA- LOTTOMATICA ROMA  97-93

La crisi in campionato intacca anche l'Eurolega della Lottomatica Roma. Per la prima volta sotto gli ordini di Nando Gentile, allenatore ad interim dopo le dimissioni di Jasmin Repesa, i giallorossi cadono a Badalona per mano della Joventut per 97-93. I padroni di casa che partono forte e vanno subito in vantaggio 8-2, ma due triple di Roma (Gabini e De La Fuente) portano la Lottomatica in vantaggio. Si va avanti punto a punto. La Virtus va sopra di 3, ma il primo quarto resta in equilibrio. Anche il secondo quarto inizia nel segno dell'equilibrio. Qualche palla persa di troppo di Roma permette ai padroni di casa di andare a segno con due triple con le quali Badalona va a +5. Jaaber risponde dalla lunga distanza. E' il contributo di De La Fuente poi a riportare Roma sopra di una lunghezza. La prima metà di gioco si chiude poi in parità.

Alla ripresa Badalona alza il ritmo, il contropiede spagnolo funziona e pian piano i padroni di casa costruiscono il loro massimo vantaggio (+15, 71-56 a 3'37"). Gentile chiama time out e al rientro in campo Roma piazza una parziale di 7-0. Ma la Joventut non molla e il margine al termine del terzo quarto è di 7 lunghezze. Ma la squadra di Roma non è morta anzi: dopo l'ultimo riposo, con Jaaber si riporta a -3, anche se Demond Mallet conun gran parziale riporta la Joventut a +13. Jennings e Becirovic mettono tiri importanti e Roma si riporta sotto: il finale è tirato, ma sul -3 Becirovic commette un fallo antisportivo e Ribas chiude i conti per Badalona. Finisce 97-93, per coach Gentile è un esordio amaro. Non bastano 22 punti e 8 rimbalzi di Andre Hutson. Si interrompe dunque a cinque il filotto di vittorie in fila in Europa per la Lottomatica, ma Roma rimane comunque in testa al girone C con 10 punti insieme al Tau.

AIR AVELLINO-MACCABI TEL AVIV  72-86

Avellino cade ancora in Europa. L'Air di coach Markovski prova a opporre resistenza, ma cade in casa contro il Maccabi 72-86: partenza in equilibrio, poi gli ospiti scappano con Marcus Brown e Eliyahu. Buon apporto di Best e Crosariol, ma arriva la comunque la quinta sconfitta tra campionato e coppa. Avellino parte forte, trovando subito tante triple: Slay colpisce due volte, Best lo segue, gli ospiti rispondono prontamente con Fischer, Green e Brown. La partita si accende soprattutto sotto canestro, gli arbitri fischiano molti falli e sono necessari molti cambi: Eliyahu comincia a scaldare i motori, il Maccabi prova a scappare, ma l'Air è brava ad arginarlo. E' 22-20 per gli israeliani a fine primo quarto.

La squadra di Markovski lascia un po' di campo agli avversari nel secondo: Avellino fatica in fase difensiva e viene punita dal Maccabi che trova un buon apporto da Marcus Brown. Squadre al riposo sul 48-40 per la squadra di Tel Aviv. Eliyahu diventa immarcabile nel secondo tempo: il Maccabi schizza anche a +14 (61-47), Eric Williams paga i falli e l'Air soffre i piccoli avversari. Travis Best limita i danni nel finale di quarto ma Avellino + sotto 65-56 all'ultimo riposo. I ragazzi di Markovski ci provano con il buon apporto di Crosariol e Porta, ma dall'altra parte salgono Green e Fischer e il Maccabi chiude i conti sull'86-72. Per Avellino arriva la quinta sconfitta in Eurolega a fronte di sole due vittorie, nonostante i 17 punti di Trevis Best: impalpabili le prestazioni di Williams, Warren e Radulovic.

Tutti i siti Sky