Caricamento in corso...
26 gennaio 2009

Highlights: Siena gioca da sola, Roma prova ad imitarla

print-icon
mcd

Sedicesima vittoria per l'imbattibile Siena: 93-70 contro Cantù

SERIE A/16a. L'imbattibile Montepaschi supera Cantù (93-70), mentre la Scavolini cade a Milano (91-81). Si ferma Teramo: 88-91 a Ferrara. Nel posticipo, coach Gentile fa il corsaro nella sua Caserta: Roma vince 79-74 e conquista la 7a vittoria di fila

INTERVIENI NEL FORUM DEL BASKET

E sono 16. La prima giornata di ritorno della Serie A di basket regala alla Montepaschi Siena la vittoria numero 16 in altrettante gare disputate finora. La squadra di Pianigiani batte nettamente Cantù (93-70). Milano invece grazie a un grande Hawkins si aggiudica il match contro la Scavolini Pesaro. Teramo perde a Ferrara mentre la Fortitudo Bologna piega a fatica una buona Udine che resta all'ultimo posto in classifica assieme a Rieti che invece ha perso a Montegranaro. Questi i temi della prima di ritorno del campionato.

Poca storia nel match tra Siena e Cantù che resiste solo un quarto. La NGC infatti parte bene con 5-0, poi si scatenano i soliti tonerook e Mc Intyre con la Montepaschi che chiude 17-13 la prima frazione. Nel secondo periodo i toscani prendono il largo (45-24) garzie ai 9 punti di Lavrinovic. Partita finita praticamente li', con la Montepaschi che prende via via il largo per poi concedersi una pausa solo nel quarto periodo. I migliori per Siena sono Mc Intyre e Lavrinovic con 15 punti a testa; bene anche Kaukenas, al rientro dopo l'infortunio alla mano, che sigla 14 punti. Per Cantù Gaines mette a referto 17 punti.

La grande classica del campionato, Milano-Pesaro, non ha invece tradito le attese, con l'Armani che si impone 91-81 grazie alla grande prova di David Hawkins che mette a referto 28 punti, 4 rimbalzi e 4 assist. Quella tra Armani e Scavolini è stata una gara equilibrata nel primo tempo, con Pesaro avanti di 5 (48-43) grazie ai 10 punti di Hicks. Come all'andata, nelle fila di Milano c'è però uno scatenato Hawkins che nei primi due periodi mette a referto 15 punti. Nel terzo periodo arriva il sorpasso dell'AJ con una schiacciata di Sow e due triple di Thomas e Hall (59-53). Hawkins segna poi il +11 (65-44). Pesaro nel quarto periodo si rifà sotto pericolosamente, ma a tenere a bada i rivali ci pensano il solito grande Hawkins e Sangarè con una tripla del +10 Armani (89-79). Il match si chiude 91-81. Il migliore di Milano è Hawkins con 28 punti; bene anche Sangarè autore di 18 punti. Per la Scavolini 16 punti di Hicks e 15 di Akindele.

Sembrava una partita senza storia quella tra la Fortitudo e Udine, e invece gli emiliani soffrono nel finale e vincono a fatica 80-75. I bolognesi nel primo tempo sembrano mettere al sicuro il risultato: 44-28 grazie ai 16 punti di Papadopoulos e ai 10 di Strawberry. Nel terzo periodo un canestro di Huertas dà il +20 a Bologna (64-44). Anderson e Antonutti pero' tengono in partita la Snaidero che a metà dell'ultimo periodo riduce il gap (72-67). Ancora Antonutti mette poi il canestro del -3 ma replica Huertas che fa respirare la Fortitudo nell'ultimo minuto. Papadopoulos non sbaglia i liberi dalla lunetta tenendo la Snaidero a distanza (76-71); ancora Anderson con una tripla tiene in corsa Udine ma ancora Papadopoulos dai liberi fissa il risultato sull'80-75 Bologna. I migliori per la Fortitudo sono Huertas e Papadopoulos con 21 punti a testa, bene anche Papadopoulos con 19 punti. Per la Snaidero 23 punti di Anderson.

La sorpresa del campionato Teramo cade sul parquet di Ferrara (91-88) al termine di una partita tiratissima. Match in equilibrio nel primo tempo, con i padroni di casa avanti 47-43. Nel terzo periodo la Carife prova l'allungo con una tripla di Collins (64-56) ma i teramani chiudono subito lo strappo con Carroll. Ebi segna poi il canestro del 70-68 Ferrara che chiude il terzo periodo. Risultato in bilico fino alla fine. Poeta firma i punti del sorpasso Teramo (86-84) ma una tripla di Farabello riporta avanti la Carife. Ancora Poeta dalla lunetta sigla il pari a 2' dalla fine, decidono il match i tiri liberi di Nnamaka e Jamison. Per Ferrara il migliore è Ebi con 22 punti, bene anche Collins (21 punti). Per Teramo 21 punti di Valerio Amoroso.

Fatica anche Montegranaro che piega Rieti 78-73. Il migliore della Montegranaro è Taylor con 17 punti, brilla anche Minard che ne segna 15. Per la Solsonica 22 punti di Thomas. Successo, nell'anticipo di mezzogiorno, per l'Angelico Biella sulla Virtus Bologna. Finisce 93-84. Sabato, invece, l'Air Avellino ha battuto la Benetton Treviso per 83 a 73.

Settimo successo consecutivo per la Lottomatica Roma da quando il casertano Nando Gentile,  playmaker di quella Juve Caserta che nel 1991 vinse lo scudetto, è diventato capo-allenatore della formazione capitolina. La  partita, terminata 74-79. è stata decisa negli ultimi 4 minuti, dopo che la Eldo  era riuscita, grazie a un super Diaz ed agli apporti di Jenkins e Slay, ad andare avanti anche di dieci punti(69-59 al 33').

Negli ultimi quattro minuti, con il portoricano in panchina,  sul punteggio di 71-65, la squadra di casa si è disunita  realizzando da li' fino alla fine dell'incontro solo tre punti  (un canestro da sotto ed un tiro libero di Slay). La Lottomatica ha invece totalizzato 14 punti ed ha ottenuto  un nuovo successo che la consacra diretta antagonista dei  campioni d'Italia del Montepaschi di Siena. Gentile, applauditissimo dai suoi vecchi tifosi, non ha  potuto contare sul consueto apporto di Becirovic e Jennings ma  ha sfruttato la serata di vena di Jaaber, autore di 27 punti con  29 di valutazione, e nelle fasi decisive della partita, su Hutson e De La Fuente.

Tutti i siti Sky