Caricamento in corso...
27 maggio 2009

Playoff, highlights: Benetton in semifinale. La Fortezza ko

print-icon
ben

Un contrasto durante gara-5 tra Benetton Treviso e La Fortezza Bologna

I trevigiani fanno valere il fattore campo in gara-5 vincendo 78-72 e passano il turno vincendo la serie 3-2. Ora troveranno i campioni in carica del Montepaschi. Match equilibrato con parziale decisivo nell'ultimo quarto con Bulleri protagonista. VIDEO

ENTRA NEL FORUM SPECIALE PLAYOFF

E' la Benetton Treviso la quarta semifinalista dei playoff ed ora sfida Siena. I biancoverdi superano per 78-72 La Fortezza Bologna in gara 5 dei quarti, eliminano i bianconeri e conquistano anche il pass per l'Eurolega 2009/10, dove invece non ci sarà la squadra di Sabatini. L'eroe della sfida è Massimo Bulleri, che spacca in due il match nell'ultimo periodo mettendo la sua firma sul 16-2 che decide la sfida. Fondamentale anche l'apporto di Neal (20), mentre la Virtus paga la scarsa giornata al tiro da 3 (7/24) ed i problemi di falli di Ford, rendendo inutili le ottime giornate di Chiacig e Langford. Inizio con la tensione ed il nervosismo a farla da padrone: non si segna per oltre due minuti, mentre Ford deve già fare i conti con il problema dei falli (2° dopo 51”, 3° dopo 4'36”). E' Chiacig a sbloccare il punteggio ed il centro delle V Nere è il migliore in campo nei primi minuti, con Stefansson che tiene a contatto Treviso (21-19 al 10'). L'equilibrio prosegue anche nella ripresa con i canestri di Neal e Giovannoni, fino agli ultimi 2' quando è Bulleri a dare il primo vantaggio importante ai suoi. Il play biancoverde mette a segno due triple pazzesche e la Benetton va al riposo sul +8 (44-36).

Ford commette stupidamente il quarto fallo subito ad inizio ripresa, costringendo Boniciolli a toglierlo dalla partita. Tuttavia, La Fortezza parte con un 6-0 firmato Langford per tornare a -2 (44-42 al 23'), sfruttando qualche errore di troppo al tiro dei padroni di casa. Neal prova a ridare fiato al vantaggio interno, ma Koponen ha un impatto importante e la Virtus resta lì, trovando anche il sorpasso con una penetrazione di Langford (53-54 al 28'). E' lo stesso americano, sullo scadere, a chiudere il quarto con una grande giocata, dopo sei punti di un Nicevic finalmente in partita. La Benetton riparte in quarta nell'ultimo e decisivo periodo con Bulleri che infiamma il Palaverde e batte immediatamente la difesa 1-3-1 bianconera. Il parziale è di 16-2 ed i padroni di casa scappano sul +13 (75-62 al 35'), con il play ancora decisivo grazie a due tripla e due recuperi, uno dei quali chiuso in schiacciata in contropiede. La formazione di Boniciolli paga psicologicamente la botta, non segna più dal campo e concede anche numerosi rimbalzi pesantissimi in attacco ai biancoverdi. Una tripla di Blizzard ridà qualche speranza alla Virtus, che torna anche a -5 (77-72 a 1' dalla fine), ma è il solito Bulleri a mettere la parola fine dalla lunetta. Esulta la Benetton e fa un po' festa anche Roma che, se Milano non vince lo scudetto, ha conquistato la licenza triennale per l'Eurolega.

Tutti i siti Sky