Caricamento in corso...
02 giugno 2009

Playoff: scusate se insisto, ma Siena è tutta un'altra cosa

print-icon
mah

Mahmuti, il coach della Benetton Treviso

DIARIO DELLA POST SEASON. Il punto di Luca Corsolini dopo le prime quattro gare delle semifinali: Montepaschi conduce 2-0 su Treviso, mentre stasera Milano riceve Biella per Gara-3. E' 1-1 nella serie. ENTRA NEL FORUM, GUARDA IL PROGRAMMA

ENTRA NEL FORUM SPECIALE PLAYOFF

I PLAYOFF SU SKY, LA GUIDA TV

di LUCA CORSOLINI

L'anno scorso la Lottomatica in finale vinse una partita, il campionato potè urlare gol e la Montepaschi rovinò, si fa per dire, il suo percorso netto. Quest'anno, non ci fosse stato l'infortunio di Lavrinovic, fosse stato in altre condizioni in quel dìmomento Domercant, avremmo potuto urlare tutti gol se Siena fosse riuscita a qualificarsi per il Final Four di Euroleague.

Ma la Mens Sana, è giusto dirlo, è doveroso dirlo, non è rappresentativa del campionato italiano, magari fosse così, è solo la rappresentazione di se stessa, di un disegno preciso come società, di un'aplicazione perfetta come conduzione perfetta, e di un gruppo di giocatori che saranno anche, taluni, col passaporto giusto per eccellere ma sono, anzi tutto, dei grandi giocatori.

La prova: ieri sera. Sato piangeva come un bambino: siamo tutti bambini quando perdiamo la mamma. Ma lui in campo non era solo, era in mezzo al solito gruppo, e la ricetta del gruppo per non farlo sentire solo, per rispettare il suo dolore e onorare sua madre è stata la solita partita perfetta. Giocata alla perfezione anche e soprattutto da chi a Siena è bravissimo a spremere grande qualità anche dai pochi e improvvisi minuti che gioca.

Gli altri a questo livello non ci arrivano, e così quest'avremo un percorso netto, anzi nettissimo visto che a febbraio Siena ha vinto finalmente anche la Coppa Italia. Il fatto è che gli altri sanno benissimo che è così, ma non riescono a seguire l'esempio: la societa'e'ballerina; la conduzione tecnica non è al livello di quella, quasi mostruosa, di Pianigiani e Banchi, col secondo nominato non per sminuire il primo, al contrario per ribadirne l'intelligenza pure in questa scelta; i giocatori vanno e vengono senza lasciare traccia, leoni nelle partite in casa, agnelli in trasferta.

E' una generalizzazione, ovvia, ma ci sembra proiettabile sul resto del campionato.
E proprio con questa proiezione ci sembra di poter dire che Biella è in vantaggio su Milano e che, di nuovo, non sarebbe colpa della Montepaschi una finale Siena-Biella che naturalmente non sarebbe il massimo dell'appeal. Ma dovremmo essere bravi, e furbi, a promuovere un evento in cui c'è una squadra comunque nostra anche se lontana anni luce dal resto del gruppo invece di lamentarne il dominio.

Per questo non ci va tanto di parlare di mercato, già cominciato; per questo non è ancora il momento di parlare del Mondiale per club sparato in copertina da Superbasket. Per questo semmai vorremmo vedere qualcuno di Siena e dell'altra finalista, quale sarà, ma Siena avrà qualche giorno di vantaggio, al Fiorello Show; per questo ci piacerebbe vedere la Lega impegnata nella promozione della finale anche reclutando vip noti e meno noti da esibire in parterre invece di constatare che si sta tirando a campare considerando la pratica già chiusa.

Stasera siamo al Forum. Non abbiamo fatto un pronostico aperto per Biella, sia Armani che Angelico sono sfinite, sia l'una che l'altra hanno perso per strada giocatori che pure continuano ad andare in campo. Ma Biella ha già cucinato a fuoco lento Roma, questo è il suo vantaggio.
A domani

Tutti i siti Sky