Caricamento in corso...
10 ottobre 2010

Siena non è mai sazia: sua anche la Supercoppa

print-icon
mon

Cinque supercoppe negli ultimi sette anni per la Montepaschi

Al Pala Mens Sana la Montepaschi ha battuto 82-64 la Canadian Bologna, vincendo la sua quarta Supercoppa Italiana consecutiva. Ottima la prova di Stonerook e McCalebb. Virtus spenta, Poeta il migliore, si salva anche Amoroso. IL VIDEO

Commenta nel forum di basket

La Montepaschi Siena ha vinto la Supercoppa italiana di basket. Nella finale unica disputata a Siena, ha battuto la Canadian Solar Bologna con il punteggio di 82-64. Questi i parziali del match: 25-18, 48-36, 67-48.

Per la Montepaschi di mister Pianigiani si tratta della quarta vittoria consecutiva della Supercoppa italiana, la quinta nelle ultime sette edizioni. Un ruolino impressionante per la formazione senese che in Italia non lascia nulla agli avversari già da alcuni anni. E come negli ultimi tre, dunque, il primo trofeo stagionale termina alla società di Ferdinando Minucci, che pure non aveva vissuto una vigilia delle migliori a causa delle note vicende extra parquet legate a David Moss. L'americano, invece, schierato nel quintetto iniziale, ha regalato quantità e qualità al suo match, distinguendosi con 10 punti, 3 palle recuperate, 3 falli subiti ed un assist. La palma di migliore, però, spetta all'immenso Stonerook che ha chiuso con 8 punti, 10 rimbalzi, 5 palle recuperate, 8 assist. Da parte bolognese, Peppe Poeta è stato tra i pochissimi che può uscire dal Pala Mens Sana con la coscienza tranquilla di aver fatto e dato tutto per provare a tener testa alla corazzata senese. L'ex teramano ha chiuso il suo match con 17 punti (miglior marcatore della gara), imitato nell'intensità da Valerio Amoroso.

Il match, sebbene nel primoquarto ha lasciato la parvenza di equilibrio, in realtà ha per
lo più visto quasi interamente una sola squadra in campo: la Montepaschi, che al 10' ha chiuso in vantaggio 25-18 ed al riposo è andata con un +12 eloquente (48-36). Poeta si fa notare come top scorer anche dei primi 20' con 11 punti (troppo poco gli altri con Moraschini e Amoroso 5 a testa), ma dall'altra parte ai 10 di Mc Calebb (alla fine mvp della serata) si devono sommare gli 8 di Moss, i 7 di Kaukenas, i 5 di Aradori, Carraretto e Stonerook. Un'altra cosa. L'intervallo serve più a Siena che a Bologna: Pianigiani scuote
ulteriormente i suoi che arrivano quasi subito al +20 (61-41 a 3'45" dalla fine del terzo periodo), chiudono l'ultimo sul +19 (67-48), poi nell'ultimo quarto è inevitabile un calo dei toscani che permette agli emiliani di arrivare fino al -11 a 5' dalla fine (69-58). Ma è solo un'illusione, perché appena Bologna inizia a pensare alla rimonta si ritrova davanti la
Siena implacabile che a 1'40" dalla sirena grazie ad Aradori e Michelori si porta ancora sul +20 (82-62) fino a chiudere sull'82-64.

Guarda anche:
AJ-Knicks, roba dell’altro basket. Gallo fa festa al Forum
L'Nba a Milano: le foto della sfida tra Armani Jeans e Knicks

Tutti i siti Sky