Caricamento in corso...
21 gennaio 2011

Basket in lutto, morto Brumatti simbolo dell'Olimpia

print-icon
pin

Pino Brumatti, scomparso oggi a 62 anni

Scompare a Gorizia, per un improvviso malore a 62 anni, un giocatore bandiera della Milano degli anni '70. Con la maglia della Nazionale ha collezionato 102 presenze e 507 punti. ALL STAR GAME, VOTA IL TUO TEAM

ALL STAR GAME ALL'ITALIANA: VOTA IL TUO TEAM

E' morto oggi a Gorizia, per un improvviso malore, Giuseppe Brumatti, 62 anni, giocatore simbolo dell'Olimpia Milano negli anni Settanta. Brumatti, originario del capoluogo isontino, ha vestito anche i colori di Auxilium Torino, Reggiana, Verona e Siena, dove ha concluso la carriera nel 1990.

Con la maglia della Nazionale italiana ha collezionato 102 presenze e 507 punti. Fino allo scorso settembre ha ricoperto il ruolo di direttore sportivo della Nuova Pallacanestro Gorizia, formazione che militava in serie C1.

"Pino era una persona, un giocatore con cui tutti avrebbero voluto vivere. Era solare, simpatico, disponibile e sorridente. Aveva sempre voglia di scherzare e in campo interpretava il basket al meglio. Riusciva a rendere questo sport bello e divertente". Così il presidente della Federbasket, Dino Meneghin, ricorda Pino Brumatti. Da giocatori di club sono sempre stati avversari, salvo però ritrovarsi molte volte compagni in nazionale.

"Ricordo le grandi sfide di quando lui giocava a Milano e io a Varese - continua Meneghin -. In campo era sempre correttissimo, raramente ho visto un suo comportamento fuori le righe. E ovunque è andato oltre a Milano ha fatto sempre molto bene". Per ricordare Brumatti, il presidente della Fip ha disposto che su tutti i campi venga osservato un minuto di silenzio. Meneghin conclude ricordando un aneddoto molto emblematico del legame tra Brumatti e Milano. "Un giorno Rubini (il suo primo allenatore, ndr) gli scrisse una lettera - conclude - intitolandola 'al mio ultimo eroe".

Commenta nel Forum del Basket

Tutti i siti Sky