Caricamento in corso...
31 agosto 2011

Europei, l'Italbasket parte male: vince la Serbia 80-68

print-icon
bar

Andrea Bargnani contro il serbo Dusko Savanovic nel corso della prima gara dell'Europeo 2011 per gli azzurri di Pianigiani

Nonostante un primo quarto incoraggiante, nel primo incontro della rassegna continentale in Lituania gli azzurri sono stati sconfitti dalla favorita. Buone le prove di Bargnani e Gallinari. Il coach Pianigiani: "Troppi alti e bassi". LE FOTO

SOTTO CANESTRO - Pianigiani: "Sono un vincente? Il difficile è rimanerlo..."

FOTO: se le stelle Nba brillano in azzurro

E' cominciato con una sconfitta l'Europeo lituano dell'Italbasket di Simone Pianigiani: gli azzurri sono stati battuti dalla Serbia 80-68 (10-18, 35-29, 57-53) nell'arco di un incontro molto emozionante in cui Bargnani e compagni, dopo un ottimo primo quarto, non sono riusciti a fare valere le loro qualità. Abile a portarsi sino ad un parziale di +8 in avvio, assai incoraggiante contro la favorita del torneo, l'Italia si è vista recuperare e sorpassare all'altezza della metà del secondo quarto, quando la Serbia ha iniziato la discesa verso il successo sino ad un +17 che pareva irrecuperabile, ma l'orgoglio azzurro ha permesso a Pianigiani e ai suoi di chiudere il terzo quarto a -4. Lo sforzo però non ha prodotto i risultati sperati e, alla fine, la Serbia ha ripreso a macinare gioco e punti, chiudendo sul punteggio di 80-68.

Buone comunque le prove di Bargnani e Gallinari, autori rispettivamente di 22 e 15 punti. Ora l'Italia, inserita nel difficilissimo gruppo B con Serbia, Francia, Germania, Israele e con i padroni di casa della Lettonia, è attesa giovedì 1 settembre dalla sfida con i tedeschi.

Pianigiani: "Troppi alti e bassi" -
Una sconfitta era in preventivo, ma contro la Serbia il coach azzurro, Simone Pianigiani, ha visto un'Italia disposta a lottare che però manca di regolarità. "Abbiamo disputato una partita vera contro avversari di assoluto livello, e questo non era per niente scontato - ha commentato al termine della gara - ma dobbiamo essere più regolari nei 40 minuti; i nostri alti e bassi non li risolviamo in un giorno ma possiamo provare ad attutire questo aspetto". Il tecnico ha sottolineato che l'avvio (18-10 nel primo quarto) "è andato oltre le nostre migliori aspettative", ma nella seconda frazione "abbiamo perso il momento della partita tutti insieme e in quello siamo colpevoli". "Nel terzo quarto - ha continuato la sua analisi il tecnico - li abbiamo messi in difficoltà con la zona e negli ultimi dieci minuti, con un antisportivo e qualche errore di troppo siamo finiti di nuovo sotto".

Serbia-Italia 80-68 (10-18, 25-11, 22-24, 23-15). Serbia: Teodosic 15, Tepic 15, Rasic 5, Paunic ne, Bjelica 3, Markovic 2, Savanovic 5, Keselj 7, Krstic 8, Perovic 6, Marjanovic ne, Macvan 14. All: Ivkovic. Italia: Maestranzi, Carraretto 2, Mancinelli 8, Bargnani 22, Gallinari 15, Mordente 3, Cinciarini, Belinelli 9, Cusin 2, Datome, Renzi ne, Hackett 7. All: Pianigiani. Arbitri: Christodoulou (Grecia), Drabikovsky (Ucraina), Ciulin (Romania). Note - tiri liberi Serbia 13/31, Italia 14/15; tiri da tre Serbia 9/26, Italia 2/17, rimbalzi Serbia 38, Italia 33.

L'Italia di Pianigiani sconfitta dalla Serbia. Discutine nel forum del Basket

Tutti i siti Sky