Caricamento in corso...
19 febbraio 2012

Siena ancora regina. Batte Cantù e fa sua la Final Eight

print-icon

La Montepaschi vince la Coppa Italia 2012 battendo in finale la Bennet (88-71). Dal 2008, gli uomini di Pianigiani conquistano così il loro dodicesimo trofeo consecutivo. Gran prestazione di David Andersen, eletto miglior giocatore del torneo

FOTO - 120 anni e non sentirli. Buon compleanno caro vecchio basket

Siena non si ferma più, neanche in Coppa Italia. La Montepaschi, infatti, fa sua anche la Final Eight 2012 battendo in finale la Bennet Cantù con un netto 88-71 (21-16, 44-33, 73-51). Dal 2008, questo è il dodicesimo trofeo consecutivo per la squadra di Simone Pianigiani. Un dominio incontrastato per una squadra che è ormai entrata a far parte della storia della pallacanestro italiana. Partita dominata e gran prova di David Andersen, a referto con 23 punti, si fregia anche del titolo di miglior giocatore del torneo, Lavrinovic si ferma a 16, un bottino personale migliore del miglior marcature di Cantù, e cioè Basile, che ne realizza 15 (12 di Markoishvili e Leunen).

La Montepaschi resta dunque un caterpillar, almeno in Italia. La Bennet stavolta non è stata all'altezza delle ultime tre finali (Coppa, campionato e Supercoppa 2011) disputate contro i mensanini e Trinchieri dovrà capire innanzitutto cosa non ha funzionato nei meccanisimi del suo quintetto, annichilito sin dal pronti e via dai toscani. Non c'è stata mai storia e la finale del PalaOlimpico, davanti a 7.500 spettatori, era segnata ben prima il +22 (73-51) con cui i toscani viravano la boa della mezzora. Andersen è l'assoluto protagonista e le sue giocate gli permettono non solo di trasformare l'ultimo quarto del match in una grande passerella biancoverde ma di mettere in bacheca il suo trofeo numero 21 (il sesto in Italia con 2 scudetti, 3 Coppe Italia ed 1 Supercoppa) di una carriera impreziosita anche dalla militanza in Nba.

In quello che è stato anche un derby tra le italiane in Eurolega, la Montepaschi esce con un trionfo in più e la consapevolezza di aver messo nel dimenticatoio quelle difficoltà avute in
regular-season e attribuibili, innanzitutto, ai tanti infortuni patiti. Siena, dopo aver messo in fila Sassari, Milano e Cantù, lancia un messaggio preciso al campionato: anche stavolta superarla sarà un'autentica impresa.

Il tabellino della finale:


Montepaschi: Mc Calebb 9, Stonerook 3, Moss 14, Andersen 23, Zizis 10, Thornton 7, Aradori, Lavrinovic 16, Carraretto 6, Ress, Lechtaler. N.e. Michelori. All. Pianigiani.
Bennet: Micov 6, Cinciarini 6, Leunen 12, Markoishvili 2, Perkins 6, Marconato 6, Mazzarino 2, Brunner 8, Shermadini 8, Basile 15. N.e. Bolzonella, Diviach. All. Trinchieri.
Arbitri: Cicoria, Chiari, Taurino.
Note - Montepaschi: tiri da due 26/38, tiri da tre 8/17, tiri liberi 12/16, rimbalzi 23, falli 21. Bennet: tiri da due 18/30, tiri da tre 8/20, tiri liberi 11/16, rimbalzi 21, falli 21.

Commenta la vittoria di Siena nel Forum del Basket

Tutti i siti Sky