Caricamento in corso...
17 aprile 2012

Roma non brilla, punti d'oro per Teramo

print-icon
spo

La Banca Tercas Teramo vince a Roma nel posticipo della 12.a giornata di ritorno (Foto dal sito teramobasket.it)

Nel posticipo della 12.a giornata di ritorno , la Banca Tercas espugna il PalaTiziano 93-85. Vittoria pesante in chiave salvezza. L'Acea interrompe la striscia positiva di tre vittorie consecutive in casa

La Banca Tercas Teramo espugna il PalaTiziano conquistando due punti pesantissimi in ottica salvezza contro un'Acea Roma che, invece, interrompe la sua scia positiva di tre vittorie consecutive proprio tra le mura amiche, perdendo punti importanti per l'obiettivo playoff.

Nel posticipo della 12.a giornata di ritorno la tifoseria virtussina fa suo l'appello per trovare un acquirente lanciato dal vice presidente della società Sergio D'Antoni. "La Virtus non deve morire. Roma sveglia" e "Il 24 aprile ore 17 P.zza del Campidoglio. Tutti in piazza per la Virtus", recitano gli striscioni degli ultra', ma a dormire e' proprio la squadra di casa che, nonostante un buon avvio con Tucker (30 punti a referto), si spegne lentamente, offrendo il fianco agli ospiti alla disperata ricerca della vittoria. Ospiti che si esaltano con Polonara e Dee Brown (20 punti per entrambi).

Nel secondo quarto la partita si gioca dalla linea da tre e la mano calda di Tucker permette al quintetto di Calvani di portarsi sul massimo vantaggio di 40-30 a 4' dalla pausa lunga. La grinta di Roma però si consuma alla distanza e Teramo va negli spogliatoi sul -3 grazie a una tripla di Amoroso. La Tercas se ne accorge e con un avvio sprint rosicchia punti su punti raggiungendo, al termine della terza frazione, il pareggio con Fultz (64-64). Roma si sgretola e la Tercas scappa. La Virtus ricorre al fallo tattico per fermare le lancette, ma non basta: finisce 85-93, per la gioia dei tifosi teramani

Tutti i siti Sky