Caricamento in corso...
21 aprile 2012

Angelico, vittoria e salvezza contro Casale. Bene la Vanoli

print-icon
spo

Il sito dell'Angelico Biella mostra le scene di gioia dopo la vittoria contro la Novipiù che è valsa la salvezza

Nel derby piemontese, la squadra di coach Cancellieri conquista la matematica certezza di disputare il prossimo campionato di A. Novipiù battuta 87 a 78. A Montegranaro vince Cremona 73-66

La vittoria che vale la conquista della matematica certezza di disputare il prossimo campionato, il dodicesimo consecutivo, nella massima serie, è arrivata: nell'anticipo della 13.a giornata di ritorno, l'Angelico Biella ha superato al Lauretana Forum la Novipiù Casale Monferrato con il punteggio di 87-78, aggiudicandosi il derby piemontese di Serie A e lasciando nel contempo alla squadra ospite soltanto una piccolissima speranza di salvezza. Una vittoria meritata quella dei rossoblù di casa, che hanno mandato sette uomini in doppia cifra, un dato che premia il lavoro svolto della squadra e dello staff tecnico in questa partita ma anche in tutta la stagione, dal primo giorno del raduno sino ad oggi.

Partita monocorde o quasi, invece, quella tra Fabi Shoes Montegranaro e Vanoli Braga Cremona sul parquet del Palarossini di Ancona che ha visto gli ospiti trionfare dopo una gara che hanno condotto fino dalla prima frazione. Sarà l'assenza di May, sarà per la consapevolezza della salvezza, i gialloblù hanno fatto fatica a rimanere in partita, fatta eccezione per il secondo quarto, quando sono riusciti a recuperare la distanza equilibrando il gioco. Cremona invece lucida e determinata ha tirato dritto come un treno meritando gli allori che il pubblico marchigiano ha tributato anche al suo ex Cinciarini.

Nella prima frazione la formazione marchigiana appare totalmente sottotono e già dai primi minuti di gioco subisce l'avversario. Tallone d'Achille la difesa che lascia spazio alle incursioni continue degli ospiti e la prima sirena è sul 10-22  A metaà secondo quarto McNeal sveglia la squadra e infila tre punti a cui fanno eco Nicevic e Zoroski, che sigla la tripla del pareggio che si mantiene all'intervallo: 34-34.

Nelle ultime due frazioni Montegranaro perde nuovamente lucidità e ritmo e cede alla foga di Cremona che chiude prima sul 46-55 e poi mantiene il distacco nei dieci minuti finali per il 73-66 conclusivo.

 

Tutti i siti Sky