Caricamento in corso...
14 ottobre 2012

Serie A, Sassari batte Cantù e raggiunge Bologna in vetta

print-icon
man

Il Banco di Sardegna Sassari ha battuto 65-64 la chebolletta Cantù (foto dinamobasket.com)

I sardi si fanno rimontare nell'ultimo quarto, ma alla fine passano 65-64 sulla sirena e appaiano la Virtus in testa alla classifica, in attesa della sfida di domani tra Varese e Siena (Milano va ad Avellino). Vincono anche Roma, Biella, Pesaro e Brindisi

Il PalaSerradimigni festeggia nel migliore dei modi la 450esima partita di Sassari nella massima serie. La terza giornata di regular-season premia la grande determinazione del Banco di Sardegna, che davanti al pubblico amico infligge il primo ko in campionato alla chebolletta Cantù. Gli isolani di coach Sacchetti la spuntano al fotofinish per 65-64 con canestro decisivo di Drake Diener, a referto con 13 punti, due in meno dell'altro Diener, Trevis. Il top-scorer è il biancoblu Markoishvili, a quota 16. In classifica Sassari resta così al comando assieme alla Saie3 Bologna, che nell'anticipo di ieri ha espugnato l'Adriatic Arena superando per 80-73 la Sutor Montegranaro con 22 punti di un super Steele (19 di Hasbrouck tra gli uomini di Recalcati, che ha brindato con una sconfitta alla sua 800esima panchina in Serie A). Bisognerà attendere le 20.30 di domani per vivere il clou del terzo turno Di fronte, al PalaWhirlpol, la Cimberio Varese e la Montepaschi Siena, in una classica che è già uno scontro al vertice.

Tra i due quintetti andrà in scena il 75esimo confronto diretto, con i biancorossi di casa in vantaggio per 38-36. Varese conta anche sulla vena realizzativa di Eze, a 21 punti dal bottino dei mille in A; Siena è invece reduce dal ko casalingo con Berlino in Eurolega ed è chiamata a non perdere subito terreno dalle migliori. Chi vince si aggiungerà al tandem di testa. Sempre domani sera, l'Ea7 Emporio Armani Milano è di scena al PalaDelMauro, la tana della Sidigas Avellino: il tecnico biancorosso Scariolo e' a -1 dalle 200 affermazioni nel massimo torneo.

Tornando ad oggi, prime affermazione in campionato per l'Angelico e l'Enel: Biella si è imposta al Lauretana Forum sulla Juve Caserta, annichilita per 82-65 dalla coppia Robinson-Brackins, capace di portare alla causa la belelzza di 49 punti complessivi; Biella ha invece acceso il PalaPentassuglia sconfiggendo per 78-69 la Vanoli Cremona, che può consolarsi solo per i 30 punti di un immarcabile Harris. Tutto facile, infine, per l'Acea Roma, che dopo aver toccato il +31 al termine del terzo quarto (71-40), si rilassa e batte "solo" 77-66 la Trenkwalder Reggio Emilia, a cui non bastano i 20 punti di Brunner e i 16 di Cinciarini (15 di Goss e Czyz tra i capitolini.

Bella affermazione, infine, per la Scavolini Banca Marche Pesaro, che sfrutta il fattore casalingo battendo, sul parquet dell'Adriatic Arena, l'Umana Venezia con il punteggio di 88-75. Tra i marchigiani ben cinque finiscono a referto in doppia cifra: Crosariol (18 punti), Barbour (16), Mack (14), Cavaliero (13) ed Hamilton (13). Tra i lagunari, 14 punti di Diawara, 12 di Zoroski e 11 di Clark.

Tutti i siti Sky