Caricamento in corso...
24 dicembre 2013

A Siena è l'ora dei saluti: Hackett all'Olimpia fino al 2016

print-icon

Trattativa conclusa: la guardia della Montepaschi passa ufficialmente a Milano. Il parquet del Forum lo aspetta per il 26 dicembre, giorno dell'esordio contro Cremona

di Christian Giordano

Adesso è ufficiale. Quel che tutti sussurravano e nessuno osava ammettere, è realtà: Daniel Hackett è il nuovo play/guardia di Milano. Più guardia che play, ma così multidimensionale da saper fare tutto. E bene. Anche marcare la point guard avversaria.
Quasi perfettamente ambidestro sa entrare a canestro, andare a rimbalzo, guidare i compagni e tuffarsi sulle palle vaganti. Soprattutto, non ha paura di niente: prendersi responsabilità o uno sfondamento non è mai stato un problema per il figlio di Rudy.
Dall'asilo di via Ferraris al campetto del Cristo Re, a Pesaro, contro la leggenda locale Polveroni; dagli 11 chili persi per la mandibola fratturata contro OJ Mayo, suo compagno al college a Southern California, fino al triplete da tri-MVP nell'anno con Siena. Adesso l'Olimpia. Presto, di nuovo, l'azzurro.
A 26 anni, Danny Boy è pronto per prendersi tutto. A cominciare dal debutto a Santo Stefano, al Forum di Assago, contro Cremona.
Il contratto della vita, a 2 milioni l'anno premi inclusi fino a giugno 2016, è solo un nuovo punto di partenza. L'ex "signor Nessuno" è diventato qualcuno.
Nell'accordo c'è una NBA escape a giugno 2015, nel caso a una chiamata dagli Stati Uniti. Per ora solo ufficiosa. Quel che tutti sussurrano e nessuno osa ammettere.

Tutti i siti Sky