Caricamento in corso...
01 maggio 2014

Milano difende la vetta. Venezia, addio ai playoff

print-icon
lan

Tra i protagonisti di Milano si registrano i 27 punti di Keith Langford (Foto Getty)

Nei due posticipi della 28.a giornata la capolista espugna Avellino dopo un overtime e consolida il primato. Sugli scudi Langford, autore di 27 punti. I veneti tornano alla vittoria contro Reggio Emilia, ma rinunciano aritmeticamente alla corsa playoff

Milano espugna Avellino e mantiene 6 punti di distacco su Siena e Cantù, prime inseguitrici in classifica. La squadra di Luca Banchi, vittoriosa 94-92 dopo un overtime, mantiene saldamente il comando del campionato trascinata dai 27 punti di Langford e dai 18 di Jerrels, mentre ai campani non basta Ivanov con 22 punti a referto. Il secondo posticipo della 28.a giornata di Serie A non cambia quindi gli equilibri nella parte superiore della graduatoria.

Non basta invece all’Umana Reyer il ritorno alla vittoria per evitare di essere aritmeticamente estromessa dai playoff. Per continuare a fare la corsa su Reggio Emilia, serviva battere gli emiliani ribaltando il -20 dell’andata: obiettivo avvicinato in due frangenti, sul +16 (66-50 al 25’ e, soprattutto, 90-74 al 37’), ma mai raggiunto permettendo così agli avversari di sfruttare il contraccolpo psicologico e di rientrare nel finale fino al -4 (94-90 a 25" dalla sirena finale), prima del 100-92 conclusivo. Se Venezia, pur vittoriosa, non ride, nemmeno la Grissin Bon riesce a cogliere l’obiettivo fissato alla vigilia (l’aggancio al sesto posto occupato da Roma) a causa di una prestazione ben diversa da quelle che aveva permesso di aggiudicarsi l’Eurochallenge.

Tutti i siti Sky