Caricamento in corso...
16 marzo 2015

Acea Roma, fuga per la salvezza: Reggio Emilia battuta

print-icon
fre

Successo dell'Acea Roma contro Reggio Emilia: cabnestrone di Austin Freeman da metà campo a fine 1° quarto

Nel posticipo della 22.a giornata, la squadra di coach Dalmonte supera la Grissin Bon  66 a 56 e lascia il penultimo posto in classifica . Gli emiliani falliscono invece l'aggancio alla terza posizione

E' dell'Acea Roma il posticipo della 22.a del campionato di Serie A. La squadra di coach Dalmonte, infatti, supera la Grissin Bon Reggio Emilia per 66-56 e lascia il penultimo posto in classifica. Il quintetto di Menetti, invece, non riesce a conquistare i due punti che gli avrebbero permesso di agganciare Sassari al terzo posto, mostrando ancora una volta di avere qualche problema lontano dal PalaBigi.

Anche se gli emiliani si presentano al PalaTiziano con l'intenzione di mettersi alle spalle le due sconfitte consecutive fuori casa (in particolare la debacle di Milano), stasera è la Virtus a centrare l'impresa, dominando sotto il tabellone (42 rimbalzi a 25) e colpendo dalla distanza (10/22): un importante successo griffato Stipcevic (14 punti) e De Zeeuw (13). Gli emiliani, invece, davanti al ct azzurro Pianigiani, pagano la serata no di Cinciarini (4 punti) e a poco servono i 10 punti di Polonara e Kaukenas.

I primi due quarti se li aggiudica Roma che rientra negli spogliatoi sul 35-29. Al ritorno in campo, Cinciarini, Cervi e Polonara realizzano un break (0-7) che riporta la Grissin Bon in vantaggio (35-36). Il virtussino Ebi, però, regala ai suoi il canestro del 44-43 su cui si arriva all'ultimo periodo. Menetti sente scappar via la partita e ripropone la difesa a zona, ma, in attacco, i suoi continuano a sbagliare dall'arco. Poi la schiacciata di Jones, di fatto, chiude il match. Resta il tempo a Stipcevic di realizzare il massimo vantaggio (+12, 66-54) che legittima, ancora di piu', il successo virtussino.

Tutti i siti Sky