Caricamento in corso...
23 maggio 2015

Playoff, Brindisi si porta sul 2-1. Cantù rimane in vita

print-icon
met

Buona gara di Metta World Peace, miglior marcatore di Cantù con 16 punti (Getty)

In gara-3 l'Enel vince 62-58 portandosi in vantaggio su Reggio Emilia. Venezia è sconfitta 90-80 dai brianzoli ma resta avanti nella serie: lunedì gara-4 ancora nella bolgia del Pianella

Nella partita del "dentro o fuori" Cantù si mantiene in vita e riesce a guadagnarsi meritatamente gara 4, lunedì ancora nella bolgia del Pianella.
La squadra canturina è sempre stata davanti ed è riuscita per la prima volta nella serie ad evitare quei blackout che avevano condizionato la prime due gare a Venezia. Cantù ha fornito un'ottima prova di squadra, con sei giocatori in doppia cifra. E i migliori sono risultati quelli che avevano marcato visita in gara due: Buva e Jones, tenuti fuori dal quintetto iniziale, e Shermadini (13 punti e 30 di valutazione), protagonista del break iniziale che ha condizionato l'incontro. Bene anche Metta World Peace, miglior marcatore dei suoi con 16 punti, non lucidissimo sotto canestro ma decisivo con una stoppata su Goss in un momento cruciale. A Venezia da segnalare i 17 punti di un Goss non precisissimo.

Cantù è partita a mille all'ora trascinata dal tifo del Pianella e da un efficacissimo Shermadini e Venezia, subito a zona e con Peric presto al secondo fallo, non ha retto l'impatto. Sacripanti ha tolto dallo starting five Buva e Jones, nulli in gara due, e ha messo subito in quintetto Metta World Peace e Abass. La scelta ha pagato e Cantù è volata sul 30-11. Non poteva durare e nel secondo quarto Venezia è venuta fuori di squadra, difendendo meglio sugli esterni avversari e affidandosi al tiro da tre (6 su 10 nel quarto): con un parziale di 9-0 a cavallo dei primi due quarti la Reyer si è avvicinata ed è al andata al riposo sul -7. Molto equilibrata la terza frazione di gioco, in cui Cantù è riuscita a mantenere il vantaggio grazie a una tripla sulla sirena di Buva. Nell'ultima frazione Venezia è arrivata a -1, ma è mancata nel momento decisivo.

Tutti i siti Sky