Caricamento in corso...
06 novembre 2015

Sassari ci crede per un tempo, poi crolla 80-62 a Malaga

print-icon

Dopo quattro giornate di Eurolega la Dinamo è ancora a digiuno di vittorie: la quarta sconfitta per i ragazzi di Sacchetti, avanti 37-36 all’intervallo, arriva contro l’Unicaja che con il Cska comanda a punteggio pieno nel gruppo D

di Pietro Colnago

Dopo quattro giornate di Eurolega Sassari è ancora a digiuno di vittorie: la quarta sconfitta arriva a Malaga con l’Unicaja che batte i sardi per 80-62. Comincia in salita la partita della Dinamo: l’Unicaja è più reattiva sia in difesa che in attacco dove la coppia Jackson-Kuzminskas confeziona un parziale di 12-5 che costringe coach Sacchetti a cambiare i suoi piani: alza il ritmo Sassari e comincia a colpire dalla distanza, prima Stipcevic e poi uno scatenato Hynes con tre triple consecutive, a cavallo dei primi due quarti, portano i sardi a contatto e addirittura a +4 con un canestro di un ritrovato Petway. Malaga si scuote, chiede aiuto ai suoi veterani e Hendrinx risponde presente con un paio di conclusioni che mandano le due squadre in spogliatoio con Sassari avanti di un solo punto.


E’ nella ripresa però che Malaga mette le mani sulla partita: il parziale è devastante con la Dinamo che non segna un solo punto per 8 lunghissimi minuti mentre gli spagnoli, con Thomas, Jackson e Hendrix a dominare lungo tutto il campo ne segnano 19 in fila. Il 60-44 di fine terzo quarto la dice tutta sulle difficoltà offensive del Banco di Sardegna che continuano anche nell’ultimo periodo: è un altro parziale di 11-0 che manda l’Unicaja a+20 e costringe Sassari alla resa finale. 80-62 il risultato e il Banco ancora a quota 0 in classifica.

Tutti i siti Sky