Caricamento in corso...
08 novembre 2015

Implacabile Gentile, Milano batte Bologna e si conferma in vetta

print-icon

Nella sesta giornata di campionato l'EA7 si aggiudica il derby d'Italia e mantiene il primato della classifica, a pari punti con Pistoia. Quinto successo per i toscani, che impongono a Cantù il quinto ko. Caserta batte Capo d'Orlando 78-66

Milano-Bologna 87-72 - Un Simon chirurgico nel primo tempo (25 punti, 5/7 da tre) e il solito Gentile (17 punti e 6 assist) nel finale conducono l'EA7 Milano, sotto lo sguardo attento di Giorgio Armani, ad una sofferta vittoria nel derby d'Italia contro l'Obiettivo Lavoro Bologna (87-72): i biancorossi confermano i favori del pronostico nel testa-coda della Serie A, centrano il quinto successo di fila in campionato (36esimo consecutivo al Forum in regulare season) e si mantengono in testa alla classifica a pari punti con Pistoia.
Una boccata d'ossigeno per Milano, la cui curva ha contestato con un imponente striscione il presidente Proli e il gm Portaluppi, dopo l'ennesima sconfitta rimediata in Eurolega contro il Cedevita Zagabria: un successo che dona rinnovata autostima alla squadra di Repesa in vista della decisiva trasferta a Limoges di giovedi' in una partita da dentro o fuori contro i francesi con cui condividono l'ultimo posto nel girone B.
L'EA7, contro una Bologna ancora priva di Allan Ray, sbaglia nuovamente l'approccio alla gara (6-15 per le V nere dopo 5') e poi piazza un break di 34-9 (40-24 al 16') che pare incanalare la partita in direzione Milano. Eppure gli emiliani tornano sotto (63-64 al 31') prima di arrendersi alla classe di capitan Gentile che si carica i compagni sulle spalle in attacco e piazza, con l'aiuto di Mclean e Hummel, un nuovo parziale di 13-0 che spacca in due la gara nell'ultimo periodo. L'EA7 ritrova Cinciarini dopo l'infortunio ma denota i soliti problemi: attimi di sbandamento in attacco con poco gioco corale e tanta confusione, fatica a proteggere l'area in difesa (Pittman chiude a 16 punti) e poca cattiveria nel chiudere le partite. In campionato il talento di Gentile e compagni è sufficiente per confermarsi una forza dominante, in Eurolega non basta. Contro il Limoges sarà la prova della maturità.

Caserta-Capo d'Orlando 78-66
- Prima vittoria casalinga della stagione per la Pasta Reggia Caserta, che davanti ad oltre 3000 tifosi doma Capo d'Orlando con un ultimo quarto di grande sostanza in cui realizza 28 punti. Daniele Cinciarini è il top-scorer dei casertani con 17 punti e soprattutto un 4/5 al tiro dalla lunga. Buona la prova del talentuoso Peyton Siva, all'esordio stagionale; in ombra Bobby Jones (tre punti a referto) al rientro dopo due gare saltate per infortunio. I siciliani tengono il parquet per i primi 30' ma poi crollano. La Juve così scappa definitivamente e conquista due punti che la portano all'ottavo posto in classifica.

Brindisi-Venezia 89-84 - L'Enel Brindisi, priva anche di David Cournooh che si infortuna nel riscaldamento, batte la Reyer Venezia e la aggancia a otto punti in classifica. Banks e Scott per i padroni di casa mettono a segno 20 punti a testa. Dall'altra parte non bastano i 21 di Peric e i 19 di Owens.

Varese-Torino 92-78 - Varese piega nettamente Torino e si aggiudica due punti molto importanti in chiave salvezza contro un avversario diretto nella sfida per la permanenza nella massima serie. Protagonista assoluto della sfida è Daniele Cavaliero, autore di 15 punti nella prima metà della gara e poi, con due triple consecutive, anche fautore dell'allungo decisivo dei varesini nel terzo periodo di gioco; alla fine per la guardia di Varese ci sono 21 punti con 4/4 da due punti e un ricco 5/7 da tre punti, oltre a 4 rimbalzi e a 2 assist. Nella formazione di Paolo Moretti di rilievo anche le prove di Faye (8/10 dal campo e 9 rimbalzi) e di Davies (6/10, 6 rimbalzi e altrettanti assist), mentre nella squadra ospite (priva del nigeriano Ebi, infortunato), è di grande spessore la prestazione di Ivanov, uno dei due "ex" (l'altro è Robinson). Da sottolineare, prima dell'inizio, un'invocazione a restare da parte dei tifosi varesini al croato Ukic, il cui contratto è a termine: tutti hanno innalzato un foglio di carta con il suo nome; una dimostrazione di affetto che probabilmente ha un po' turbato il playmaker.

Pistoia-Cantù 95-89 - La vittoria della Giorgio Tesi Group Pistoia contro l'Acqua Vitasnella Cantù rappresenta, per la squadra di Vincenzo Esposito, il quinto successo in campionato: un'affermazione che vale il primato in classifica a quota 10, mentre per Cantù si tratta della quinta sconfitta. Partita equilibrata per larghi tratti: Pistoia parte meglio e chiude il primo periodo avanti di sei lunghezze. Cantù recupera dal -9 fino al -1, quindi i padroni di casa tentano nuovamente l'allungo (43-36 al 19'). La tripla di Kirk al 27' vale il -10 (61-51) ma Cantù non molla e al 34' opera il sorpasso con Ross. Sotto di 4 (73-77) a 5' dal termine, la Giorgio Tesi Group piazza un parziale di 17-2 che decide il match.

 

 

Tutti i siti Sky