Caricamento in corso...
31 gennaio 2016

Reggio Emilia raggiunge Milano in testa e ringrazia Avellino

print-icon
Oli

Sidigas Avellino ha la meglio su Olimpia Milano (Foto Ciamillo)

Gli emiliani vincono con Cantù , che giocava in casa, 74-70 e vanno a pari punti con l'Olimpia piegata a Milano  dalla Sidigas Avellino. I campioni d’Italia di Sassari perdono la quarta partita di fila nell’anticipo della 18esima giornata di Serie A. Vince Brindisi 88-82. Caserta domina con Cremona e vince 73-64

Dopo le vittorie di Brindisi in casa con Sassari e Avellino in trasferta a Milano negli anticipi, tra le inseguitrici solo Reggio Emilia, vittoriosa a Cantù, approfitta del passo falso dell’Olimpia per raggiungerla in testa alla classifica. Reggio nel primo tempo soffre i centimetri di Fesenko ma  nella ripresa scatena prima Della Valle, 15 punti nel solo terzo quarto, e poi De Nicolao per arrivare al 70-74 della sirena.

 

Ma è la Sidigas Avellino la squadra più in forma del campionato che a Milano compie l'impresa. La squadra di coach Sacripanti, al quinto successo consecutivo, compie un'impresa storica sbancando il Forum della capolista Milano (81-80), inviolato in regular season da ben 41 partite (ultimo stop datato 25 marzo 2013, firmato Montegranaro), con una frenetica rimonta nel finale, partendo da -13 e trovando con una tripla di Leunen a 12 secondi dalla fine il canestro decisivo. "Ci dobbiamo vergognare - l'aspro commento di uno scuro coach Repesa in sala stampa - e chiedere scusa a tutti. Abbiamo subito 20 punti negli ultimi 5' senza mai riuscire a contrastarli. Mi vergogno per una squadra che esce così dall'ultimo time out, non riuscendo ad eseguire il gioco disegnato". L'ultima azione di Milano infatti è stata un vero e proprio festival dell'orrore, non riuscendo nemmeno a trovare il tiro verso il canestro per un'infrazione di passi di Lafayette. A guidare gli irpini al successo ci ha pensato Nunnally (20 punti), ben assistito dall'ex Acker e dal quasi ex Cervi (in estate fu vicinissimo all'EA7). 

 

 

Caserta domina -  Pasta Reggia Caserta-Vanoli Cremona 73-64. Deludenti i lombardi che iniziano a giocare solo nel finale. La Pasta Reggia fa correre bene la palla nel primo quarto, ma è in difesa che i casertani fanno la differenza con Jones e Hunt. I due americani fanno male anche in attacco, e con il connazionale Downs portano Caserta al +11 di fine primo quarto. Cremona non regge ai ritmi dei locali, così il vantaggio casertano cresce fino al +18 di metà secondo quarto, toccando il +21 a poco più di un minuto dalla sirena. Poi, sembra, ci sia l'inizio di un'insperata rimonta ma Caserta, nel finale, ritrova la via del canestro, "pesante" la tripla di Giuri che riporta la Juve +16. Caserta  controlla nell'ultimo quarto, Cremona invece accelera e raggiunge il -6; quando sembra tutto riaperto, a poco meno di 2' e 30", Downs e Jones trovano per Caserta i jolly dalla linea dei 6,45 metri per il nuovo +12 che mette al sicuro la vittoria.

 

Trento espugna Pistoia - La Dolomiti Energia Trento ha sconfitto la Giorgio Tesi Group Pistoia con il punteggio di 69-64. I toscani restano fermi a quota 24 punti, due lunghezze in più della compagine trentina. Una formazione, quella di coach Buscaglia, che ha condotto nel punteggio sin dalle prime fasi. Pistoia andata avanti con la tripla di Moore ma poi Trento ha preso le redini del punteggio per arrivare anche al +10 al 29'. La schiacciata di Kirk in apertura di terza frazione vale il pareggio a quota 44, poi la Dolomiti Energia riprende il comando delle operazioni; i liberi di Wright, alla fine sarà il miglior marcatore con 23 punti, valgono nuovamente il +10. Pistoia ha un sussulto, arriva fino al -2 con due minuti da giocare, ma Trento è precisa dalla lunetta e porta a casa il successo.

 

Torna a vincere Venezia che si sbarazza agevolmente di Torino per 73 57: quattro giocatori in doppia cifra con Ortner alla sua prima doppia doppia di stagione di 12 punti e 10 rimbalzi, non bastano i 13 di Mancinelli per Torino che rimane ultima in classifica assieme a Capo d’Orlando protagonista con Bologna  del posticipo di Sky.

 

Lascia l’ultimo posto invece Pesaro che supera per 76-71 Varese grazie ad un parziale di 25-4 nell’ultimo quarto dopo che Varese sembrava aver messo le mani sulla partita grazie ai 23 punti di Wayns. Protagonista assoluto Austin Daye: 32 punti, miglior marcatore di giornata, e 10 rimbalzi per quello che nel corso della partita è stato un vero e proprio rebus irrisolvibile per la difesa varesina.

 

Successo dell'Enel Brindisi nell'anticipo domenicale della serie A di Basket. Battuto il Banco di Sardegna Sassari con il punteggio di 88 a 82. Questi i parziali: 22-23, 46-40, 65-55. Tra i padroni di casa 20 punti per Banks 18 per Harris e 17 per Scott. Per Sassari protagonista Logan, autore di 29 punti.

 

 

Tutti i siti Sky