Caricamento in corso...
19 febbraio 2016

Trento, Cremona, Avellino e Milano alle semifinali di Coppa Italia

print-icon
pis

Wayne Blackshear (Foto Ciamillo)

Completato il quadro del prossimo turno al Forum di Assago. La Dolomiti Energia avanza nelle Final Eight di Coppa Italia 2016: battuta Pistoia 81-74. La Vanoli piega la Dinamo Sassari 97-89 dopo un overtime. Nona vittoria consecutiva per i campani: Reggio Emilia ko. L'Olimpia travolge Venezia 88-59

Milano-Venezia 88-59. Punto esclamativo dell'Ea7 Milano che travolge agevolmente Venezia nei quarti di finale di Coppa Italia e sabato alle 20,45 se la vedrà con la Vanoli Cremona. Dura lezione inferta dagli uomini di Repesa, che ha rinunciato a Barac e Kalnietis a favore di Batista e Jenkins, alla squadra di De Raffaele, appena promosso a capo allenatore dopo l'esonero di Recalcati. "Milano a tratti ha dominato la gara - l'ammissione di De Raffaele - c'è poco da dire. Noi siamo rimasti in partita per poco più di un tempo, poi ci siamo disuniti". L'Ea7 è uscita tra gli applausi del Forum, davanti agli occhi del patron Giorgio Armani ma ha perso per infortunio Cerella, uscito con una distorsione al ginocchio: "E' impossibile che recuperi per domani - il rammarico di Repesa - Cremona non è una sorpresa, ma una solida realtà, sono primi in classifica. Servirà un'altra prova di alto livello come oggi".

 

 

Cremona-Sassari 97-89 - La Vanoli Cremona è la seconda semifinalista della Final Eight di Coppa Italia, in corso sul parquet del Mediolanum Forum di Assago. Nel secondo quarto di finale, il quintetto di coach Pancotto ha eliminato dopo un overtime i campioni d'Italia del Banco di Sardegna Sassari con il punteggio di 97-89. Non bastano, ai biancoblu, i 29 punti messi a segno da Logan, top-scorer dell'incontro, mentre tra i lombardi il più prolifico è Turner con 28.


Trento-Pistoia 81-74 - Un secondo tempo a senso unico e l'Aquila Basket Trento plana in semifinale di Coppa Italia per la prima volta nella storia, battendo la Giorgio Tesi group Pistoia per 81-74. "E' un traguardo storico per la società e un grande risultato per noi - spiega il coach, Maurizio Buscaglia -. Quando Wright diventa un giocatore dinamico è devastante". Proprio il lungo statunitense è stato il trascinatore della Dolomiti Energia, con 18 punti, 9 rimbalzi e 4 assist. Pistoia è rimasta in gara fino all'intervallo (era stata anche a +10), poi ha ceduto di schianto prima di cercare una disperata rimonta nel finale. "Ai ragazzi non potevo chiedere di più - l'analisi di Vincenzo Esposito -. Abbiamo pagato l'inesperienza a giocare a questi livelli".

Reggio Emilia-Avellino 87-94 - Cade la testa di serie numero uno nei quarti di finale della Coppa Italia: la Grissin Bon Reggio Emilia è stata sconfitta dalla squadra più in forma del momento, alla nona vittoria consecutiva. "E' un successo meritato - sorride Sacripanti - ma pensiamo già a domani. Trento è una squadra molto fisica e questa caratteristica potrà darci fastidio". I campani hanno potuto contare su un Ragland stratosferico (20 punti e 7 assist), ben supportato da Veikalas (21) e Nunnally (17). Reggio Emilia invece ha mandato sei giocatori in doppia cifra ma ha subito troppo a rimbalzo (36 a 27). "Siamo arrivati a questo appuntamento nelle condizioni psicofisiche piu' negative - si rammarica coach Menetti -, i giocatori appena rientrati dall'infortunio non avevano il ritmo per azzannare la partita. Dispiace ma ora dobbiamo rimetterci in forma in vista dei playoff".

 

 


Tutti i siti Sky