Caricamento in corso...
08 maggio 2016

Rientra Gentile, Milano batte Trento. Venezia espugna Cremona

print-icon

VIDEO. L'Armani si aggiudica gara 1 dei quarti di finale dei playoff di basket. La squadra di Repesa chiude 86-74. Colpo dell'Umana che, invece, in trasferta doma la Vanoli con il punteggio finale di 79-73 

di Pietro Colnago

Sorride Alessandro Gentile, sorride l’Olimpia che sfata, in gara 1 dei quarti di finale playoff, il tabù Trento, la squadra che l’aveva eliminata nel doppio confronto di Eurocup. 86-74 il finale con Milano però che ha dovuto soffrire per tutto il primo quarto contro i trentini condotti da un Pascolo da 18 punti e 13 rimbalzi per poi rintuzzare nella ripresa ogni tentativo di ritorno degli avversari. Sorride Gentile che rientra in campo dopo 2 mesi d’assenza per l’infortunio alla mano, anticipando di molto i tempi di recupero e cercando, anche se non ancora in condizioni fisiche perfette, di dare una mano ai suoi compagni. Che hanno avutpo in sanders l’uomo che ha spaccato per due volte la partita e in Batista il totem sotto i tabelloni che ha chiuso la sfida con una doppia doppia da 15 punti e 11 rimbalzi.

Il dato conclusivo non rappresenta una novità, considerato lo status di favorita dell’Olimpia, ma rende esplicito il modo che Gentile e compagni hanno usato per raggiungerlo: difesa fisica e aggressiva, attacco che divide le responsabilità e manda alla conclusione protagonisti diversi e non è un caso che alla fine per repesa ci siano 5 giocatori in doppia cifra. Tutto questo, particolare da non sottovalutare, contro una squadra, Trento, che ha nel dna lo spirito dei guerrieri che non mollano mai e che, soprattutto, ora che non hanno nulla da perdere, possono tornare ad esprimere la pallacanestro che per molti mesi li ha fresi protagonisti della lega e che ora coach Buscaglia ha ritrovato. E per gara 2, a meno di 48 ore di distanza, questa potrebbe rappresentare una variabile importante.

Prima partita della storia per la Vanoli Cremona ai playoff quella contro la Reyer Venezia, alla fine ad avere la meglio è stata la formazione allenata da De Raffaele. Una gara sempre in equilibrio con i cremonesi avanti per lunghi tratti ma con l'Umana capace di fare strappi importanti. La squadra di De Raffaele nel terzo quarto è stata anche sotto di dieci punti (60-50) ma è sempre riuscita a recuperare con grande carattere. Nel finale è stato Mike Green a fare la differenza. Con la Reyer avanti di un punto l'americano ha piazzato la tripla del 77-73 a meno di un minuto dalla fine. Un colpo mortale per Cremona che non è più riuscita a recuperare, anzi ha regalato immediatamente palla andando definitivamente alla deriva. Martedì ci sarà la rivincita, ma per la Vanoli ora la strada di fa in salita mentre la Reyer può godersi un punto importante nella serie. Migliore in campo Green da una parte e Turner dall'altra. 

Tutti i siti Sky