Caricamento in corso...
07 luglio 2016

Italbasket, Messina: "La parola chiave è solidità"

print-icon
mes

Ettore Messina avverte i suoi: "Serve concretezza per andare a Rio" (LaPresse)

"Non mi pongo neanche il problema del tasso di spettacolarità del nostro gioco", spiega il Ct azzurro alla vigilia della semifinale del Preolimpico contro il Messico, "In queste competizioni serve concretezza"

Azzurri alla penultima tappa verso Rio: in caso di successo contro il Messico, sabato si giocheranno il pass con la vincente di Grecia-Croazia. "Il Preolimpico è un mini-torneo di quattro partite importantissime, se perdi vai a casa: non puoi pensare di vincerle segnando, ma come le finali di Eurolega si vincono difendendo, catturando i rimbalzi" spiega Ettore Messina, "Non possiamo controllare le percentuali". Il Ct dell'Italia chiede sostanza: "Non mi pongo neanche il problema del tasso di spettacolarità del nostro gioco, in queste competizioni serve concretezza. Non siamo stati fluidi in attacco, penso che lo saremo più avanti: la squadra è serena, ho visto in loro la voglia di allenarsi".

Le insidie non mancheranno contro il Messico, che nell'ultima partita del girone ha lottato a lungo contro la Grecia: "Affronteremo giocatori di perimetro molto aggressivi, soprattutto Cruz e Toscano. L'anno scorso sono arrivati molto vicino a vincere il torneo Centrobasket Championship, sono rimasti imbattuti finchè non hanno incontrato l'Argentina in semifinale. Cercheremo di togliere loro i punti di riferimento". "Credo che la testa sia la cosa più importante, dando per scontato di avere le gambe: con le gomme sgonfie non si va da nessuna parte", conclude Messina.

Tutti i siti Sky