Caricamento in corso...
25 settembre 2016

Inarrestabile Simon, trionfo Milano in Supercoppa

print-icon

Il primo trofeo stagionale va all'Olimpia: battuta Avellino 90-72. Il croato trascina i suoi con 25 punti e ottime percentuali da tre. Bene anche la panchina che scava il solco decisivo nel terzo quarto. Gli irpini perdono progressivamente lucidità dopo il buon avvio

Al Forum è trionfo Olimpia. Milano si aggiudica per la prima volta nella sua storia la Supercoppa italiana, primo trofeo stagionale, battendo Avellino 90-72. Partita condotta in modo agevole dalla squadra di Repeša, sempre davanti nei 40 minuti di gioco e vantaggio mai messo seriamente in discussione. E il trascinatore è ancora una volta Krunoslav Simon. 13 punti nel solo primo quarto, chiude con 25 punti e 5/7 da tre. Avellino lotta nei primi due quarti ma non replica l'ottima prestazione in semifinale contro Reggio Emilia. Il crollo definitivo nel terzo quarto, non bastano i 18 di Ragland.

La cronaca del match - L'Olimpia deve fare a meno di Miro Raduljica a causa di una lieve distorsione alla caviglia, non sta troppo bene neanche Gentile che ha un problema alla schiena ma scende comunque in campo.

Parte bene l'Olimpia con un parziale di 7-0, ma una tripla di Ragland - eroe della semifinale contro Reggio Emilia - accorcia subito le distanze per Avellino, che si rimette subito in carreggiata. Trascinata da Simon in forma strepitosa - 13 punti in 10 minuti - l'Armani chiude davanti li primo quarto, 23-19..

Prima metà del secondo periodo molto positiva per Milano, che prova lo strappo e si porta a più 10 con una tripla di Simon e un jumper di Gentile. Risposta immediata di Avellino con un parziale di 6-0, ma è un buon momento per Milano che in chiusura di secondo quarto raggiunge il massimo vantaggio: +13 sul 42-29. Il primo tempo si chiude con il punteggio di 44-34 per i padroni di casa. Simon trascina Milno con 18 punti (4/5 da tre), poi 9 di Hickman. Per Avellino 12 di Obasohan con 2/3 da tre.

Il secondo tempo si apre con il nuovo massimo vantaggio dei padroni di casa: +15 sul 54-39. E qui è la panchina a fare molto bene: il nuovo parziale è ottenuto con Sanders, Gentile, Hickman, Kalnietis a rifiatare. E' solo il preludio al definitivo dilagare di Milano: coach Sacripanti chiama timeout sul 65-47 a poco più di un minuto dalla fine del terzo quarto. La squadra di Coach Repesa è in totale controllo: all'ultima sirena è in vantaggio 67-51.

Nell'ultimo quarto Milano deve solo gestire, e lo fa benissimo: il divario si allarga ancora, Avellino ha ormai mollato mentalmente e va oltre i 20 punti di svantaggio. Alla sirena finale il tabellone recita 90-72 per l'Olimpia, prima Supercoppa per la squadra di Milano.

Tutti i siti Sky