Caricamento in corso...
01 settembre 2016

"Mou e Pep, Duellanti di un romanzo senza fiction"

print-icon
mou

Paolo Condò svela i retroscena che l'hanno convinto a entrare nelle vite dei due Duellanti per antonomasia. "Nel mio libro (Baldini & Castoldi, 256 pagine, 16 €) narro uno scontro epico, una sorta di Iliade raccontata sui campi di calcio"

di Paolo Condò

Quattro partite fra le stesse squadre in soli diciotto giorni, un ritmo da finale Nba o quasi, nel calcio non s'erano mai viste. Il fatto poi che queste due squadre fossero il Barcellona e il Real Madrid al vertice del loro splendore, e che in panchina sedessero - molto poco, in realtà - Pep Guardiola e José Mourinho, fece della "serie" della primavera 2011 l'esperienza più emotiva, intensa e coinvolgente della mia carriera.

Cinque anni dopo, con i "duellanti" alle soglie di un nuovo bollente confronto a cavallo dei due Manchester, mi è piaciuta l'idea di ricostruire quei 18 giorni dando loro una profondità storica: il duello fra Pep e Mou è in sé uno scontro epico, una sorta di Iliade raccontata sui campi di calcio, ma anche la rappresentazione e il riassunto di altri spettacolari dualismi, da quello politico fra Barcellona e Madrid a quello tecnico fra Messi e Ronaldo. Guardiola e Mourinho sono intelligenze top class ma di segno totalmente opposto: il modo in cui si batterono, e certamente si batteranno ancora, è puro cibo per le nostre menti, e soprattutto per le nostre passioni.

Duellanti è un romanzo senza fiction, perché nulla è inventato - ho passato in Spagna quei 18 giorni, e molti altri ancora - ma tutto è narrato al ritmo vertiginoso di quelle ore, con la visione sgombra dai molti polveroni sollevati all'epoca. Pep e Mou provarono semplicemente ad annientarsi, e in fondo ci riuscirono visto che uno - esausto - fu "costretto" ad allontanarsi dal calcio per un anno, e l'altro - demotivato dall'assenza del rivale - incappò nella peggiore stagione della sua carriera. Ora che si ricomincia, allacciate le cinture: scoprire in "Duellanti" le origini della più grande rivalità dello sport moderno è il miglior modo per apprezzare i prossimi capitoli.
 

Tutti i siti Sky