Caricamento in corso...
20 aprile 2016

Il Barça scaccia la crisi con 8 gol, Atletico e Real tengono il passo

print-icon
mes

L'abbraccio del trio Messi-Suarez-Neymar (foto Getty)

A trascinare i blaugrana per lo 0-8 finale è un Suarez devastante (quattro gol e tre assist), mentre i Colchoneros regolano il Bilbao per 1-0 e i Blancos liquidano senza problemi il Villarreal con tre reti. Le tre squadre sono ancora raccolte in un punto in cima alla classifica

Tutto invariato in classifica dopo la 34esima giornata di Liga. Il Barcellona a valanga sul Deportivo scaccia la crisi ma deve ancora guardarsi le spalle da Atletico e Real Madrid, entrambe vittoriose sui campi di casa. A quattro giornate dalla fine la massima serie spagnola è più avvincente che mai. I blaugrana sono ancora in testa a pari punti con l'Atletico (ma primi per via degli scontri diretti favorevoli), ma i blancos inseguono a un solo punto di distanza.

 

Rinascita Barcellona - La risposta che serviva: il Barça risorge dopo tre sconfitte consecutive e travolge il Deportivo La Coruña. Messi e compagni sono una valanga contro un Deportivo senza obiettivi, ormai sicuro della salvezza. Rispetto alle ultime uscite gli uomini di Luis Enrique si dimostrano più concreti fin dall'avvio. Trascinati da un Suarez devastante (poker e tre assist), il Barcellona ottiene una larga e tranquilla vittoria. I catalani passano in vantaggio all'11’ con un rapace Suarez, bravo a farsi largo tra i difensori avversari e a mettere dentro sul corner di Rakitic. L'unico momento di sofferenza per il Barcellona è a metà primo tempo: soffrono un po' troppo i centrali del Barça sulla risposta del Depor, che sfiora il pareggio al 20' con Celso Borges. Ma al 24' Suarez scaccia i fantasmi: riceve da Messi un assist al bacio di prima che lo libera davanti al portiere e infila la doppietta. Il Barça chiude i conti in avvio di ripresa con Rakitic, assistito da un cross rasoterra di Suarez. Il resto è una festa del gol. Suarez perfeziona la tripletta al 54' e cala il poker al 64'. Partecipano anche Messi (73'), Bartra (79'), e Neymar (81'). Crisi momentaneamente allontanata per il Barcellona, ma per conquistare la Liga ci sarà da soffrire ancora.

L'Atletico Madrid tiene il passo - Più provante l'impegno che attendeva l'Atletico Madrid, contro un Bilbao ancora aggrappato alle ultime speranze di rientrare sul Villarreal al quarto posto valido per i preliminari di Champions League. In un primo tempo equilibrato e avaro di emozioni è la coppia del momento a portare in vantaggio l'Atletico: al 38' El Niño Torres riceve il cross morbido di Griezmann e insacca di testa. Gli uomini di Simeone attendono e ripartono, il Bilbao controlla il gioco: il copione prosegue anche nel secondo tempo, anche se i baschi non impensieriscono troppo la difesa - ben organizzata come sempre - dei colchoneros. Brivido nel finale per l'Atletico quando Oblak salva un colpo di testa di Raul Garcia da distanza ravvicinata. Simeone agguanta i tre punti e resta aggrappato al Barcellona.

Continua la striscia del Real Madrid - Il Real arriva sull'onda dell'entusiasmo dopo le sette vittorie consecutive in campionato. Tanto possesso in avvio di partita ma la squadra di Zidane fatica a creare chiare occasioni da rete. La sblocca Karim Benzema al 40' con un colpo di testa. Modric sfiora il raddoppio in avvio di ripresa, il Real continua a controllare e non rischia nulla. I blancos controllano senza troppi problemi e al 69' raddoppiano con un bel diagonale di Lucas Vasquez. Al 77' arriva il goal della sicurezza con il piattone al volo di Luka Modric. Una partita senza storia, con tutte le statistiche ampiamente a favore del Real Madrid. Tre punti in cassaforte, ottava vittoria consecutiva per gli uomini di Zidane: la corsa alla vetta è ancora caldissima.

Tutti i siti Sky