Caricamento in corso...
13 agosto 2016

Ranieri: "Sconfitta ci serva da lezione"

print-icon

Falsa partenza per il Leicester. La squadra dell'allenatore italiano perde 2-1 in casa della neopromossa Hull, club in crisi economica, societaria e tecnica, ma comunque capace di mettere lo sgambetto ai detentori del titolo di Premier

Claudio Ranieri si mostra deluso della primo esordio con sconfitta del suo Leicester. "Avevo detto ai ragazzi che era importante iniziare bene anche perché immaginavo una grande reazione dall'Hull che sta avendo dei problemi, tanto che è senza allenatore - ha spiegato l'allenatore italiano delle Foxes -. Era importante partire con il piede giusto, lo sforzo delle due squadre in campo è stato lo stesso, forse noi abbiamo fatto qualcosa in più, ma come singoli e non come squadra. Loro sono stati bravi a sfruttare il calcio d'angolo e una nostra falsa ripartenza, hanno colpito due volte e per noi è stato difficile trovare i varchi perché si chiudevano molto bene".

Quale sarà la stagione del Leicester - Ranieri accetta il verdetto del campo, incassa il ko con tranquillità, ma qualcosa da rimproverare ai suoi ce l'ha. "La scorsa stagione la nostra forza è stata la compattezza, abbiamo dimostrato che certi valori si possono coprire e che si possono battere anche le formazioni che hanno tanti campioni, noi dobbiamo tornare a essere squadra perche' uniti possiamo fare bene". Ranieri sa bene che tipo di stagione attende il suo Leicester. "Sappiamo che non saranno tutte rose e fiori come l'anno scorso, sarà molto più dura, avevo avvisato i ragazzi, l'importante è che ci siamo svegliati, questa sconfitta deve servirci da lezione. Il mercato? Abbiamo fatto quello che dovevamo, ma rimaniamo sempre con gli occhi aperti e se ci sarà qualche possibilità non ce la lasceremo sfuggire".


 

Tutti i siti Sky