Caricamento in corso...
16 settembre 2016

Conte-Klopp, passione pura. Mazzarri sfida Mou

print-icon
con

Chelsea-Liverpool apre la 5.a giornata di Premier: lo spettacolo è assicurato anche a bordocampo. Per Ranieri c'è il Burnley, turno sulla carta facile per il City. Domenica scontro tra ex-interisti in Watford-Manchester United

di Vanni Spinella

Difficile trovare un turno senza spunti, in una Premier League così. A questo giro l’antipasto è dei più invitanti, con lo spettacolo che dal campo si sposterà costantemente in panchina, vista la tempra dei due allenatori che si affrontano: Conte contro Klopp, Chelsea-Liverpool è la gara che apre la 5.a giornata (venerdì ore 21, diretta su Sky Sport 1 HD) e di sicuro ne vedremo delle belle.

Bordocampo infiammato. Due manager simili (nell’approccio alla gara, nella partecipazione con cui la vivono, nel rapporto con i giocatori), che si stimano (Klopp ha definito Conte “il Guardiola di Torino”) e che la Premier ha accolto a braccia aperte e amato fin da subito per la loro professionalità e per il calcio che predicano, perennemente alla ricerca della profondità. Persino inutile dilungarsi sull’elenco dei campioni in campo. Mancherà solo Terry, infortunato: al suo posto però tornerà a salutare il pubblico di casa David Luiz, dopo un’assenza di due stagioni passate a Parigi. Il Chelsea viene dal mezzo passo falso con lo Swansea (2-2) e non può permettersi di perdere altro terreno rispetto a un City che viaggia a punteggio pieno. Per i Reds, invece, il successo significherebbe agganciare in classifica proprio il Chelsea ma soprattutto convincersi di essere pronti per una stagione vissuta al vertice. Finora, a parte l’inspiegabile sconfitta con il Burnley, il Liverpool è uscito benissimo dagli altri tre confronti contro le prime tre dello scorso campionato: 4-3 spettacolo contro l’Arsenal, 1-1 con il Tottenham a Londra, Leicester spazzato via 4-1.

Sabato: Ranieri e il City. A proposito delle Foxes, gasate dal magico esordio in Champions: per Ranieri c’è proprio la neopromossa Burnley, con cui condivide la situazione di classifica (4 punti). Guardiola apre le porte di casa al Bournemouth (sabato, ore 16, Sky Sport 3 HD): possibile che riservi alla squadra di Eddie Howe il solito trattamento. Finora i Citizens hanno sempre segnato almeno 2 gol a partita: come loro solo il Chelsea. L’Everton, “intrufolatosi” tra le grandi in vetta (secondo a pari con il Chelsea) ospita il Middlesbrought (sabato, ore 18.30, Sky Sport3 HD), il miracoloso Hull di inizio stagione, ridimensionato dagli ultimi due turni, accoglie invece l’Arsenal.

Mazzarri contro Mourinho. Domenica è il turno degli altri due allenatori italiani: alle 13 (diretta su Sky Sport 3 HD) il confronto tra Mazzarri e Mourinho, due ex-interisti che a Milano hanno lasciato ricordi diversi. Il primo sembra aver trovato la quadra del cerchio (sprazzi di calcio spettacolo nel 4-2 rifilato al West Ham), l’altro esce sconfitto dal derby in casa, forse l’unica partita che non avrebbe mai voluto perdere. Per Guidolin, che domenica scorsa ha rallentato la corsa di Conte, c’è il Southampton terz’ultimo con 2 punti in classifica (ore 15.15, diretta su Sky Sport 3 HD): una gara che può aiutarci a capire meglio che squadra sia veramente, quest’anno, lo Swansea. Chiude il turno Tottenham-Sunderland (domenica, ore 17.30, Sky Sport 3 HD): dopo il ko in casa in Europa League, gli Spurs non possono fallire contro l’ultima in classifica.

Tutti i siti Sky