Caricamento in corso...
06 marzo 2017

Arsenal-Sanchez, rottura dopo lite coi compagni

print-icon
sanchez_arsenal_getty

Alexis Sanchez, attaccante dell'Arsenal rimasto in panchina nel primo tempo contro il Liverpool (Getty)

Il cileno è stato escluso dalla partita contro il Liverpool per 'motivi disciplinari': il calciatore aveva abbandonato in anticipo l’allenamento e aveva poi avuto un confronto con la squadra. Futuro lontano dalla squadra di Wenger, in attesa di capire quale sarà la sua prossima destinazione

La scelta di escludere Alexis Sanchez dalla formazione titolare nella partita di sabato contro il Liverpool da parte di Arsene Wenger non è certo passata inosservata. La vittoria per 3-1 dei Reds e il ko della squadra londinese hanno poi fatto il resto. Perché l’allenatore francese ha lasciato l’attaccante cileno in panchina per tutto il primo tempo? Il calciatore non aveva alcun problema fisico, tant’è vero che nella ripresa è entrato per sostituire Coquelin, e pertanto l’esclusione è dovuta soltanto a una scelta tecnica dell’allenatore. La rottura con Wenger e con il suo attuale club è ormai sotto gli occhi di tutti, Sanchez è pronto a lasciare l’Arsenal dopo tre stagioni e Inghilterra si chiedono dove sarà il futuro dell’ex Udinese e Barcellona.

Futuro lontano da Londra -
Un futuro che in ogni caso sarà lontano da Londra, sponda Arsenal, e forse anche dalla Premier League. Secondo i tabloid Sanchez lascerà in estate l’Inghilterra per iniziare un nuova avventura e dopo quelle in Italia e in Spagna il prossimo passo della sua carriera potrebbe portarlo in Francia; secondo il Mirror, infatti, il Paris Saint-Germain sarebbe pronto a puntare su di lui nella prossima stagione. Il suo ingresso in campo sabato non è bastato per evitare la sconfitta della sua squadra, che nonostante il gol segnato da Welbeck - proprio su assist del cileno - non è riuscita a completare la rimonta. Secondo il Telegraph il rapporto tra l’attaccante e l’ambiente Arsenal è ormai compromesso dopo la decisone di Sanchez di abbandonare anticipatamente l’ultimo allenamento prima del Liverpool. Compagni furiosi (che lo avrebbero poi affrontato negli spogliatoi) e da lì la decisione di escludere il calciatore dalla gara contro la formazione di Klopp.

L'Europa osserva interessata - Ma questo sarebbe stato solo l’ultimo gesto di una serie di dimostrazioni che hanno progressivamente allontanato il cileno dalla sua attuale squadra. L’ex Udinese vuole andare via e di certo - negli ultimi mesi - non ha nascosto le sue intenzioni. La panchina contro il Liverpool ha poi reso più chiara a tutti la reale situazione. Quale sarà dunque il futuro del calciatore sempre più intenzionato a lasciare Londra? Il profilo del classe 1988 potrebbe interessare anche ad alcuni club italiani (la Juventus in passato ci aveva già pensato) che potrebbero così decidere di riportarlo in Serie A - campionato in cui ha già giocato dal 2008 al 2011. Quello del Nino Maravilla è il nome pronto ad accendere il mercato estivo; il mancato rinnovo con l’Arsenal, la volontà manifestata di lasciare la squadra di Wenger e, ora, la panchina contro il Liverpool hanno di fatto chiuso la storia tra il calciatore e i Gunners, in attesa di capire con precisione quale sarà il futuro del cileno.

PREMIER LEAGUE - I GOL

Tutti i siti Sky