Caricamento in corso...
06 febbraio 2016

Mihajlovic: "A Balotelli serve tempo. Sì, piaccio a Berlusconi"

print-icon
Mih

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Milan. I rossoneri affronteranno l'Udinese nella 24.a giornata (Foto Getty)

Alla vigilia del match di San Siro contro l'Udinese, l'allenatore serbo analizza il momento dei rossoneri: "Abbiamo alzato un po' la testa e dobbiamo rimanere nella scia delle altre." Non è ancora il momento per vedere SuperMario in campo dall'inizio, mentre sul presidente dice: "Sono convinto di piacergli". Poi una frecciata a Mancini: "Gli arbitri applicano il regolamento"

"L'entusiasmo ci fa piacere ma è costruttivo se unito a fame, concretezza e lucidità, non ci deve far perdere la rabbia che serve per ottenere i risultati. Non possiamo farci staccare, dobbiamo rimanere in scia cercando di riprendere qualche punto a chi ci sta davanti visto che ci sono degli scontri diretti. Nelle due gare che avremo in casa dovremo portare il massimo di punti. Per il Milan vincere deve essere una regola e non una  eccezione". Dopo due vittorie consecutive i rossoneri devono continuare la corsa alle posizioni di vertice della classifica, lo sottolinea Sinisa Mihajlovic alla vigilia del match di San Siro contro l'Udinese a cui seguirà quello, sempre in casa, contro il Genoa.

Cresce l'autostima - "Coi successi avuti sta aumentando l'autostima e la voglia di  migliorarsi. Vincere è bello ma continuare a farlo è ancora più bello ma è anche più difficile. Abbiamo sollevato un po' la testa ma non dobbiamo montarcela  - prosegue il tecnico serbo. Giocare tre partite in una settimana è  sempre difficile, con l'Udinese sarà una sfida insidiosa perché loro  giocano meglio in trasferta ma noi siamo a casa nostra, siamo il  Milan, dipenderà molto da noi, dall'atteggiamento e dall'intesità. Dovremo aver pazienza e far girare palla, fare gol e sbloccare la gara". E continua: "Vogliamo chiudere questa bella settimana con una vittoria, in campionato solo una volta siamo riusciti ad ottenere tre vittorie consecutive, i ragazzi a Palermo hanno capito e abbiamo fatto uno dei migliori primi tempi  della stagione".

Sinisa, il presidente e Mancio - "Sono convinto di piacere anche al Presidente Berlusconi visto che mi ha scelto", commenta Mihajlovic e non perde occasione per mandare un'altra stoccata al tecnico dell'Inter, Roberto Mancini che aveva definito gli arbitri 'permalosi': "Non credo lo siano, quando sono stato espulso è stato applicato il regolamento. Non mi piace parlare degli arbitri. Alla fine credo che favori e sfavori si pareggino, dobbiamo pensare a noi".

Su Balotelli - Bisognerà aspettare ancora per vedere Mario Balotelli nell'undici titolare del Milan. "Sta meglio - spiega Mihajlovic - ma non abbastanza per partire dal 1'. Si sta allenando bene, ma serve ancora un po' di tempo. Lo aspettiamo. Se sta bene è un giocatore determinante, lui deve sfruttare al massimo le occasioni che ha". Anche contro l'Udinese la coppia d'attacco sarà formata da Bacca e Niang. "Menez èancora fuori condizione, Luiz Adriano sta recuperando - continua - e oggi ha corso per la prima volta, ma sente ancora dolore". 

Honda e Bertolacci - "Se continua così giocherà sempre", dice su Honda, mentre Bertolacci è chiamato a dare di più: "Sta dando meno di quello che ha fatto vedere a Genova, ma ho grande fiducia in lui".

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky