Caricamento in corso...
07 luglio 2016

Ecco Montella: "Il Milan deve tornare in Europa"

print-icon
mon

Vincenzo Montella, due anni di contratto con il Milan

L'ex tecnico della Sampdoria, neo acquisto rossonero, presentato a Casa Milan:"Porteremo avanti il modello di gioco che ha reso grande questo club". E Galliani: "Faremo di tutto per rinforzare la squadra"

"E' strano, quasi inaccettabile che il Milan non sia nelle coppe da tre anni, dobbiamo tornare in Europa": questo l'impegno che si è preso Vincenzo Montella nella prima conferenza stampa da nuovo allenatore rossonero.


"Dobbiamo portare avanti il nostro metodo e modello di gioco, quello che ha reso grande il Milan in questi 30 anni - ha aggiunto -. Sono felice, sento una grandissima responsabilità e una forte energia che voglio trasmettere alla squadra e allo staff, perché sono cose che fanno la differenza". Poi continua. "Quando ero bambino mi fece innamorare il Milan di Sacchi ed ora mi trovo a guidare la squadra che mi piaceva da piccolo, voglio assolutamente fare bene".

Per quanto riguarda il mercato, Montella non si sbilancia ma precisa: " La mia prima responsabilità è quella di valutare senza pregiudizi i giocatori che ho già a disposizione, mi serve un po' di tempo, devo prima capire che voglia di vincere hanno". Smentisce poi un interessamento per il suo ex giocatore della Fiorentina, lo spagnolo Borja Valero: "Non l'ho cercato e soprattutto non ho mai parlato con il Milan", risponde. "Borja Valero è un giocatore che mi piace, ovviamente, ma il tutto dipende anche dalle opportunità che offre il mercato. Se potessi scegliere, sarebbe sicuramente meglio prendere giocatori che conoscano già il mio metodo di lavoro", spiega e poi spinto a fare dei nomi aggiunge: "Cercheranno giocatori funzionali al mio modo di giocare". Quindi sul nuovo corso del MIlan: " Per me rimane sempre il Milan con gli stessi obiettivi di sempre e accetterò ogni consiglio Berlusconi vorrà darmi". 

Il benvenuto di Galliani - "Veniamo da tre stagioni non esaltanti, vanno bene 3 su 30 ma dobbiamo fermarci al 10%. Faremo ogni sforzo per rinforzarci": e' la promessa fatta dall'ad del Milan Adriano Galliani, spiegando che "al momento funziona bene" il meccanismo di condivisione delle decisioni con l'advisor della cordata cinese in procinto di acquistare l'80% del club.  "Ogni operazione deve essere condivisa fra il sottoscritto e il signor Gancikoff, se non siamo d'accordo si penserà a un altro giocatore", ha detto Galliani, interrotto da una battuta di Vincenzo Montella, seduto al suo fianco durante la presentazione a Casa Milan: "Faccio io da giudice...".

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky