Caricamento in corso...
17 agosto 2016

Roma: buon avvio, poi sofferenza. Col Porto è 1-1

print-icon
por

Il rigore di Andrè Silva pareggia i conti tra Porto e Roma (foto Getty)

Nell'andata del playoff di Champions League i giallorossi faticano contro i portoghesi dopo una buona mezz'ora e il vantaggio grazie a un autogol di Felipe. I padroni di casa nel secondo tempo guadagnano campo e pareggiano su rigore. La squadra di Spalletti rischia di andare sotto ma conserva il risultato


PORTO-ROMA 1-1
(21' aut. Felipe, 61' rig. André Silva)

 

Il tabellino del match

 

A Oporto finisce con un risultato tutto sommato positivo per la Roma visto il gol in trasferta, ma con qualche brivido per l'espulsione di Vermaelen che complica tutto e il secondo tempo arrembante del Porto. Buona partenza dei giallorossi ma al 13' Dzeko si divora il gol del vantaggio colpendo Telles a porta sguarnita dopo un errore di Casillas che perde il pallone in uscita. La Roma passa in vantaggio al 21' grazie a un autogol di Felipe. Fatale la deviazione nella propria porta del cross di Florenzi. Poi subito brivido per i giallorossi, il Porto va vicino al pareggio con André Silva ma Alisson si fa trovare pronto. Risponde subito la Roma: nel giro di pochi secondi Casillas viene impegnato tre volte da due tiri di Salah e da Nainggolan dopo l'ultima respinta. Bravo e reattivo il portiere spagnolo a rimediare dopo un'incertezza (su un cross) che aveva dato via all'azione della Roma. Il Porto non sembra intimorito e si fa vedere spesso nella metà campo giallorossa. E' Otavio l'uomo più pericoloso dei portoghesi. Il giovane talento brasiliano mette più volte in difficoltà Florenzi sulla sua fascia e arriva vicino alla conclusione da distanza ravvicinata. Il finale di primo tempo è di marca portoghese. Dopo le incertezze difensive e una buona mezz'ora della Roma, nel finale del primo tempo è un Porto arrembante alla ricerca del pareggio. Al 41' il match cambia faccia: Vermaelen si fa ammonire per la seconda volta con un fallo al limite su André Silva. In generale primo tempo di luci e ombre per la Roma, tra belle giocate e qualche leggerezza di troppo in difesa.

In avvio di ripresa vista l'inferiorità numerica la Roma cerca di addormentare la gara. Momenti da brivido per la squadra di Spalletti: Adrian Lopez mette il gol del pareggio ma l'arbitro dopo qualche secondo di riflessione con il guardalinee decide di annullare per fuorigioco. I tentativi della Roma di rallentare il ritmo del match falliscono perché il Porto insiste piazzandosi costantemente nella trequarti giallorossa. In campo ci sono i portoghesi. Al 61' arriva il pareggio: l'arbitro assegna un rigore per un tocco di mano di Emerson Palmieri (entrato al posto di Perotti dopo il rosso a Vermaelen), André Silva non sbaglia. Le poche occasioni della Roma di alleviare la pressione del Porto sono i contropiedi lanciati da Perotti e Salah. Spalletti decide di disputare l'ultima parte della partita con un 3-5-1 più prudente, sostituendo Salah con il debuttante in giallorosso Federico Fazio come terzo di difesa. La pressione del Porto si fa meno asfissiante e la Roma torna in Italia con un buon pareggio tutto sommato visto il gol realizzato fuori casa. Verdetto rimandato alla gara di ritorno all'Olimpico.
 

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky