Caricamento in corso...
04 maggio 2010

Un leone per il Camerun: Nkoulou, il difensore del futuro

print-icon
mon

Nicolas Nkoulou è una dei giocatori più promettenti del Camerun. gioca in Francia nel Monaco (Foto AP)

E' uno dei talenti più promettenti della nazionale di Paul Le Guen. Gioca in Francia nel Monaco, ha 20 anni e ormai è uno dei migliori calciatori della Ligue 1. Ai Mondiali farà coppia con il baluardo difensivo Rigobert Song. LA FOTOGALLERY

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

di AUGUSTO DE BARTOLO

Prima o poi, si dice, una nazionale africana avrà l'onore e l'onere di compiere un'impresa ai Mondiali. Tra quelle più accreditate c'è sicuramente il Camerun di Paul Le Guen, il tecnico francese a cui è stato affidato il compito di portare la nazionale dei Leoni indomabili finalmente nell'elite del calcio Mondiale. E' ormai un decennio che la squadra africana ambisce a un risultato di prestigio e se, in precedenza, organizzazione, metodologie di allenamento e la poca esperienza internazionale erano le pecche da superare oggi queste lacune risultano ampiamente colmate.

Storicamente il Camerun ha sempre sfornato attaccanti di grande valore, come l'indimenticato Roger Milla o l'attuale punta dell'Inter e capocannoniere della nazionale del suo Paese Samuel Eto'o. Tuttavia, per comporre una squadra che riesca a reggere il confronto con le grandi del mondo occorre una difesa all'altezza della situazione. Tralasciando per un attimo il capitano e baluardo Rigobert Song, Nicolas Nkoulou rappresenta il presente e il futuro di una Nazionale in continua evoluzione. Classe 1990 il difensore che attualmente milita nel Monaco, nella Ligue 1, è cresciuto nella Kadji Sports Academy di Douala, la stessa in cui Samuel Eto'o ha mosso i primi passi da calciatore.



Nicolas è stato precoce nel conquistarsi un posto al sole nel Principato, già nel 2008 contro il Lorient. Da quel momento in poi non ha mai più lasciato la maglia da titolare né è stato mai sostituito. Sempre nel 2008 ha esordito con il Camerun, ha giocato la Coppa d'Africa ed è stato impiegato anche nella recente amichevole contro l'Italia. Il giocatore può agire indifferentemente da esterno o da centrale e per questo ha già attirato su di sé le attenzioni di numerosi club europei. In Francia il Lione sembra fortemente interessato, ma in Premier League l'Arsenal di Wenger, la cui politica sui giovani è nota a tutti, non poteva esimersi dal sondare il terreno. In Spagna è stato l'Atletico Madrid a uscire allo scoperto. In Italia? Per ora ancora nessuno, ma per un'eventuale qualificata alla Champions (Palermo o Sampdoria) del prossimo anno sarebbe un colpo per nulla male.

Guarda anche:
Un calcio agli All Blacks. Wood, un futuro tutto bianco
Sulle orme di Desailly, ecco Addy: mi manda zio Marcel
Ninis, il Garrincha d'Albania che ha scelto la Grecia
Muller, 36 anni dopo. La Germania ritrova "Der Bomber"
Uruguay, al Mondiale una Celeste da 10 e Lodeiro

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky