Caricamento in corso...
19 maggio 2010

Zanetti: "Mourinho non credeva alla mia esclusione"

print-icon
zan

Javier Zanetti, grande escluso della nazionale argentina

Il capitano nerazzurro rivela l'incredulità del tecnico portoghese sulla sua mancata convocazione ai Mondiali, ma poi commenta: "Mourinho non mi ha consolato, siamo gente di calcio e sappiamo che questo può succedere". GUARDA I GRANDI ASSENTI MONDIALI

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

COSI' TUTTI I MONDIALI SU SKY

"José Mourinho non credeva alla mia esclusione dalla nazionale argentina per i mondiali, lo trovava strano". Lo ha rivelato Javier Zanetti in una lunga intervista al quotidiano sportivo Olé, nella quale parla anche dei suoi rapporti con Diego Armando Maradona, della presunta rivalità con Juan Sebastian Veron e delle reazioni nella sua famiglia. "Mourinho non mi ha dato consigli, né mi ha consolato, siamo gente di calcio e sappiamo che questo può succedere", spiega Zanetti, il quale poi racconta che sua madre ha appreso la notizia dalla radio. "Sì, è dispiaciuta, era il mio ultimo mondiale, come me sperava che vi partecipassi, in effetti mi duole più per le persone che mi stanno vicino, che per me".

Zanetti rivela poi di essersi reso conto che per lui sarebbe stato difficile far parte dei 23 per il Sudafrica, dalla prima convocazione, per la partita con la Scozia."Si diceva che non sarei stato chiamato, invece ero nella lista, ma capii subito che sarebbe stato difficile". Per il giocatore la svolta l'hanno data le sconfitte subite da Brasile e Paraguay nelle partite di qualificazione per il mondiale. "Ci furono molti cambi, la squadra vinse i due incontri successivi e da quel momento diventò per me complicato tornare in nazionale". Il capitano dell'Inter riferisce di aver tentato di parlare con Maradona, senza riuscirci. Poi il tecnico lo chiamò e gli disse che lo avrebbe incontrato durante un giro in Europa. "Ma non passò dall'Italia ed io non sono uno che insiste, non l'ho più cercato".

Infine su un presunto rapporto difficile con Veron, Zanetti è categorico:"Con Sebastian ho condiviso anni nell'Inter e nella selezione. Ho un grande rispetto per lui e credo lui per me. Abbiamo personalità diverse, ma non ci sono mai stati conflitti né alcun tipo di problema".

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky