Caricamento in corso...
25 maggio 2010

Grecia, la missione di Rehhagel: dimenticare Usa '94

print-icon
spo

Otto Rehhagel, il ct più anziano ai Mondiali del 2010: ha 72 anni (foto LaPresse)

Quella in Sud Africa è la seconda partecipazione della nazionale ellenica alla fase finale dei Mondiali. La prima, negli Stati Uniti, terminò al termine della fase a gironi. In panchina il ct più anziano: "Re Otto" ha 72 anni

GIOCA A FANTASCUDETTO MONDIALE

L'evergreen - Rehhagel, soprannominato "Re Otto" (mentre lui ama auto-soprannominarsi "Bimbo della Bundesliga"), è nato il 9 agosto 1938 ad Essen (Germania) e sarà il più anziano tra i 32 ct presenti a Sudafrica 2010. Rehhagel guida la nazionale ellenica dall'estate 2001; nel corso di questi anni è riuscito a superare il primato di 74 panchine con la nazionale ellenica, che era detenuto da Alketas Panagoulias. Dopo una discreta attività da calciatore, iniziata nel Rot Weiss Essen (dal 1960/61 al 1962/63), ha fatto le cose migliori vestendo le casacche dell'Hertha Berlino (dal 1963/64 al 1965/66) e del Kaiserslautern (dal 1966/67 al 1971/72).

La seconda volta - La Federazione calcistica greca è stata fondata nel 1926 e dodici mesi dopo è stata affiliata alla Fifa. L'ingresso nell'Uefa è avvenuto nel 1954. La nazionale maggiore di Grecia può vantare un solo titolo internazionale di grande rilievo: si tratta dei campionati Europei del 2004, vinti in Portogallo, superando nella finalissima di Lisbona i padroni di casa per 1-0, grazie ad un gol di Charisteas al 57'. Per le altre selezioni nazionali da ricordare 6 affermazioni nei Mondiali Militari e 2 ai Giochi del Mediterraneo.

Quella di Sudafrica 2010 è la seconda partecipazione della Grecia ai Mondiali dopo la disastrosa esperienza di Stati Uniti '94, nella quale gli ellenici uscirono dopo la fase a gironi, perdendo tutte e tre le partite in programma, senza segnare alcuna rete e subendone ben 10. La Grecia perse, nell'ordine, 0-4 dall'Argentina, 0-4 dalla Bulgaria e 0-2 dalla Nigeria. La Grecia è una delle 13 nazionali - tra le 78 che almeno una volta hanno disputato una fase finale - sempre sconfitta ai Mondiali, ed anche una delle 6 che non ha mai segnato almeno un gol. (a cura di Football Data).

Il cammino verso Sudafrica 2010
- La Grecia si è qualificata a Sudafrica 2010 vincendo il play-off contro l'Ucraina: 0-0 ad Atene all'andata, colpo esterno per 1-0 nel ritorno a Kiev, con rete decisiva di Salpingidis al 29'. I greci hanno potuto partecipare al play-off essendo finiti secondi, con 20 punti, nel girone 2 europeo, vinto dalla Svizzera (21) e precedendo Lettonia (17), Israele (16), Lussemburgo (5) e Moldavia (3). Comprese le due gare di spareggio, il bilancio ellenico nelle eliminatorie è stato di 7 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte in 12 gare totali disputate, con 21 reti segnate e 10 subite.

Nella fase a gironi - prima del play-off - gli ellenici avevano vinto 6 volte (3-0 fuori casa e 2-1 tra le mura amiche sul Lussemburgo, 2-0 in trasferta e 5-2 in casa sulla Lettonia, 3-0 in casa sulla Moldavia e 2-1 in casa su Israele), pareggiato in 2 occasioni (doppio 1-1 in Israele prima, in Moldavia poi) e perduto in altri 2 casi (sempre contro la Svizzera: 1-2 in casa, 0-2 in terra elvetica).

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

COSI' TUTTI I MONDIALI SU SKY



Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky