Caricamento in corso...
13 giugno 2010

Lippi pronto all'esordio: "Ho grande fiducia"

print-icon
mar

Marcello Lippi è pronto all'esordio Mondiale contro il Paraguay: dovrà difendere il titolo conquistato a Berlino nel 2006

Il ct azzurro alla vigilia della sfida contro il Paraguay: "Non so dire che Mondiale farà l'Italia, ma so per certo che ha voglia di fare un grande Mondiale. Scetticismo? Lo rispetto, ma non lo condivido". GUARDA LE FOTO

GIOCA A FANTASCUDETTO MONDIALE

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

VAI ALLO SPECIALE MONDIALI

"Non so dire che Mondiale farà l'Italia, ma so per certo che ha voglia di fare un grande Mondiale": queste le prime parole di Marcello Lippi, alla vigilia dell'esordio al torneo sudafricano contro il Paraguay, ha iniziato la conferenza stampa di presentazione della partita che verrà disputata lunedì sera (con inizio alle 20.30) a Cape Town. L'avvicinamento a questo esordio, per gli azzurri, è stato segnato da numerose polemiche e critiche dalle quali la stessa figura di Lippi non è rimasta esente. Il ct, a questo proposito, ha voluto gettare acqua sul fuoco, mostrandosi però sicuro nelle possibilità della sua nazionale, chiamata a difendere il titolo conquistato a Berlino nel 2006: "Lo scetticismo lo rispetto, ma non lo condivido, perché io ho grande fiducia. Ostilità nei miei confronti? No, non credo, però è una moda italiana essere sempre critici con i ct".

Il ct, poi, ha anche voluto spiegare il motivo per il quale non condivide lo scetticismo: "Una delle cose che mi hanno insegnato i Mondiali è che tutto quello che accade prima dell'inizio non conta niente. Tutto ciò che precede il Mondiale non conta nulla, puoi fare dieci partite bellissime ma quando arriva il Mondiale cambia tutto. Non avevamo la sensazione di essere una grande squadra quattro anni fa: la grande squadra cresce diventa grande squadra durante il Mondiale". La formazione? Lippi, in questo caso, si è lasciato andare a una battuta con i giornalisti: "Se non l'avete ancora capita in questa settimana beh, potete anche cambiare mestiere", ha detto con un sorriso. Probabile dunque il 4-3-3 con Chiellini centrale, Criscito a sinistra e, davanti, Iaquinta preferito a Di Natale.

Gigi Buffon - Della partita, alla vigilia, ha parlato anche Gigi Buffon: "Siamo determinati per regalare alla nostra nazione e anche a noi stessi un altro bel mese". E' la promessa che il portiere azzurro Gianluigi Buffon ha fatto all'Italia, dopo l'allenamento al Green Point stadium di Città del Capo, alla vigilia del debutto con il Paraguay. "Lippi - ha detto Buffon - ci ha comunicato solo la sua fiducia, che è tanta e ce ne sta infondendo parecchia. In campo si vedrà quanto di buono abbiamo percepito". Poi Buffon ha rivolto una risposta sarcastica ad un giornalista spagnolo che gli chiedeva un'impressione sulle furie rosse: "La differenza fra noi e la Spagna è che noi quattro anni fa non eravamo favoriti e abbiamo vinto. Quest'anno la Spagna è favorita". Una battuta, da portiere a portiere, anche sull'errore di Green in Inghilterra-Stati Uniti: "Voglio esprimergli la mia solidarietà totale - ha detto - e mi auguro che neanche nel più grande incubo mi possa accadere una cosa simile".

Giorgio Chiellini
- Il centrale della Juventus è stato il terzo azzurro a raccontare le impressioni di questa vigilia, ribadendo di fatto le sensazioni di Lippi e Buffon: "Soffriremo sì, ma come soffrono tutti quanti in questo Mondiale. Però non faremo cavolate". Secondo Chiellini, "nel gruppo c'è una grande fiducia, dopo tre settimane che si è parlato tanto non vediamo l'ora di giocare". Quanto al suo impiego non si è sbilanciato: "Per me, centrale o laterale non fa differenza".

COSI' TUTTI I MONDIALI SU SKY

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky