Caricamento in corso...
17 giugno 2010

L'Argentina avvisa tutti, quattro schiaffi alla Sud Corea

print-icon
arg

L'esultanza dei giocatori dell'Argentina sul primo gol di Higuaìn protagonista nel match vinto dall'albiceleste per 4-1

Nel secondo match del gruppo B la squadra di Maradona vince e convince battendo gli asiatici con un netto 4-1. Sugli scudi Higuaìn, autore di una tripletta. Allarme per Samuel uscito per un problema muscolare. VIDEO E FOTO

GUARDA LE PAGELLE

TUTTI I GOL DEI MONDIALI DA SKY SPORT

ARGENTINA-COREA DEL SUD 4-1

16' aut. Park Chung Young, 33', 76' e 80' Higuaìn, 46' Lee Chung-Yong (CS)

Guarda la cronaca


Dopo una prima giornata con il freno a mano tirato in cui la Corea del Sud aveva brillato più dell'Argentina, la seconda sfida per entrambe ha ristabilito gerarchie e ruoli. L'albiceleste s'impone 4-1 contro gli asiatici sciorinando bel calcio per almeno 40', segnando due gol (anche se il primo su autorete), trovando spesso trame di gioco offensive pericolose fino al 2-0 siglato Gonzalo Higuaìn al 33'. Leo Messi avrebbe potuto arrotondare il punteggio se la sua scucchiaiata, al termine di un'azione personale, non fosse terminata a lato. Lo stesso dicasi per una conclusione potentissima di Di Maria respinta dall'incerto Jung Sung-Ryong. Dopo il raddoppio l'incompresibile calo di tensione, specie in difesa, orfana dal 24' di Samuel, vittima di un risentimento muscolare e sostituito da Burdisso. Al 46' arriva il gol che riapre il match: Demichelis cincischia con la palla tra i piedi, interviene Lee Chung-Yong che beffa l'incolpevole Romero.

Nella ripresa l'Argentina riprende in mano le redini del gioco ma la Corea del Sud non demorde ed è pericolosissima in contropiede. Yeo Ki Hum sfiora il pari quando, involatosi sulla sinistra, a tu per tu con Romero calcia incredibilmente fuori. A metà ripresa Messi sale in cattedra e confeziona il gol del 3-1 che, di fatto, chiude il match: azione personale del giocatore del Barcellona, sinistro respinto dall'estremo sudcoreano, nuovo tiro respinto dal palo sui piedi di Higuaìn che da due passi non sbaglia.

La Corea esce gradualmente dal match e l'albiceleste fa poker: all'80' è Aguero (neoentrato) a trasformarsi in assist-man e a pescare ancora Higuaìn che di testa ribadisce in rete indisturbato. Vince l'Argentina 4-1: la formazione di Maradona mette in cassaforte la qualificazione agli ottavi. La Corea si giocherà il tutto per tutto nel match con la Nigeria.
World Cup South Africa 2010 Highlights della sezione video dello speciale dedicato ai Mondiali

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky