Caricamento in corso...
18 giugno 2010

Furia Lippi: non segnate mai. E De Rossi: noi tra i primi 4

print-icon
cri

Daniele De Rossi non vuole sentir parlare di sconfitte. Lui crede nel bis Mondiale

Il ct azzurro sbotta in allenamento e urla la sveglia ai suoi. Il centrocampista non teme gli All Whites: "Se perdiamo con loro? Sarebbe come se la Nuova Zelanda fosse fuori dal mondiale di rugby". GUARDA L'ALBUM MONDIALE

TUTTI I GOL DELLA 1a GIORNATA DA SKY SPORT

TUTTI I GOL DELLA 2a GIORNATA DA SKY SPORT


CONFRONTA L'ITALIA CON LE ALTRE GRANDI

La furia di Marcello Lippi per scuotere gli "imbambolati" attaccanti azzurri. Nel corso di un allenamento, il ct della nazionale italiana, segnato ancora una volta dalla scarsa vena in fase di trasformazione dei suoi uomini, ha urlato ai suoi e scagliato un pallone a terra per la rabbia. "Se non attaccate mai l'area di tiro, non segnerete mai", ha detto Lippi ai vari Alberto Gilardino, Vincenzo Iaquinta e Antonio Di Natale. "Quando i vostri compagni hanno la palla, non potete girovagare per il campo e guardarli. Dovete attaccare gli spazi in attacco".

"Se perdiamo contro la Nuova Zelanda, come è successo alla Francia contro il Messico? Sarebbe come se la Nuova Zelanda fosse fuori dal mondiale di rugby". E' il paragone fatto dal centrocampista Daniele De Rossi a una domanda su un eventuale esito negativo della sfida di domenica. "L'Italia deve andare avanti - continua De Rossi -, sarebbe un fallimento non passare il turno perché per il suo valore l'Italia deve arrivare in semifinale. Totti? Starà soffrendo ma ha deciso insieme a Lippi". Per De Rossi la nazionale continuerà a migliorare: "Le amichevoli erano delle tappe di avvicinamento, stiamo migliorando e continueremo a farlo".

FANTASCUDETTO MONDIALE

VAI ALLO SPECIALE MONDIALI

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky