Caricamento in corso...
18 giugno 2010

Quel sottile sadismo italico nel vedere Domenech fallire

print-icon
dia

FABIO TAVELLI interpreta un sentimento comune dalle nostre parti: il flop del cocciuto ct della Francia dopo il match col Messico fa felici gli italiani. D'altronde, il masochista monsieur Raymond se l'è proprio cercata. GUARDA L'ALBUM MONDIALE

TUTTI I GOL DEI MONDIALI DA SKY SPORT

GUARDA LE PAGELLE

di FABIO TAVELLI
da Johannesburg (Sudafrica)

C’è una sottile punta di sadismo in tutti gli italiani nel vedere la Francia in difficoltà. Una rivalità che è storica è diventata ancora più acerrima grazie, o a causa, di monsieur Domenech. Personaggio spigoloso e controverso, il commissario tecnico francese ha sempre zittito i critici presentando come credenziale il secondo posto conquistato a Germania 2006. Già, ma da allora la sua nazionale può vantare (si fa per dire) un Europeo 2008 disastroso (pesanti sconfitte contro Italia e Olanda, pareggio 0-0 con Romania ed eliminazione al primo turno), un torneo di qualificazione per Sud Africa 2010 passato per il rotto della cuffia contro squadre modeste e grazie ad una colossale svista arbitrale e un mondiale iniziato con uno 0-0 e una sconfitta 2-0 contro il Messico.

Un gol in 5 partite tra europeo e mondiale sono sufficienti per cacciare un allenatore? A molti altri non sarebbero state date le chances che ha avuto monsieur Raymond. Che ha avuto il coraggio di andare contro corrente, la testardaggine di resistere alle pressioni della stampa, l’ardire di sostenere esclusioni incomprensibili (Benzema, Nasri, Mexes, Frey e ne dimentico certamente altri). Bene, gli è stato dato il massimo dei crediti. Ha fallito. Onore per una finale mondiale persa ai rigori. Per il resto verrà consegnato alla storia come uno che difendeva le sue idee fino alla fine. Ma adesso per lui è la fine.

GIOCA A FANTASCUDETTO MONDIALE

VAI ALLO SPECIALE MONDIALI

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky