Caricamento in corso...
20 giugno 2010

Cose dell'altro mondo, Italia fermata dalla Nuova Zelanda

print-icon
ita

Vincenzo Iaquinta calcia il rigore con cui l'Italia ha pareggiato 1-1 contro la Nuova Zelanda

Nella seconda giornata del gruppo F gli Azzurri strappano un risicato pareggio per 1-1 contro i neozelandesi che passano in vantaggio con Smeltz dopo soli 7'. Al 29' pari di Iaquinta su rigore. Ora bisogna vincere con la Slovacchia. VIDEO E FOTOGALLERY

TUTTI I GOL DEI MONDIALI DA SKY SPORT

GUARDA LE PAGELLE DI GIORGIO PORRA'

ITALIA-NUOVA ZELANDA 1-1

7' Smeltz (NZ), 29' rig. Iaquinta (I)

Guarda la cronaca


Un risultato impensabile alla vigilia, un pareggio che complica la qualificazione agli ottavi che resta, tuttavia, nelle mani degli Azzurri. L'Italia deve battere la Slovacchia nel terzo e decisivo match. La Nazionale ha confermato le pecche dimostrate nelle gare pre-Mondiale e a lungo denotate nel match con il Paraguay: scarsa qualità davanti, incapacità di ribaltare l'azione e accelerare la manovra specie quando si passa in svantaggio. L'1-1 contro la Nuova Zelanda è la logica conseguenza di una strategia, votata alla sola concretezza (mai vista) e alla corsa, che non sembra pagare più del talento rimasto a casa.

Non c'è il tempo neanche di valutare l'atteggiamento in campo degli avversari che la Nuova Zelanda si porta in vantaggio al 7'. Errore di posizione della difesa azzurra che, come nel match con il Paraguay, si abbassa fino al limite dell'area piccola quando Cannavaro non riesce a intervenire sul pallone e di fatto stoppa la sfera per l'accorrente Smeltz che mette in rete da due passi. L'Italia prova la reazione d'orgoglio ma i neozelandesi attendono tutti al di qua della linea della palla intasando gli spazi. E' Montolivo a scuotere gli azzurri con un destro dalla distanza che incoccia il palo. L'Italia ci prova ma la manovra è lenta e prevedibile. Gilardino è troppo isolato in attacco, Iaquinta fa movimento ma è poco concreto in avanti. E' De Rossi a provarci dal limite ma Paston è attento e respinge con i pugni. Al 28' l'episodio che vale un calcio di rigore per la formazione di Lippi: De Rossi è trattenuto in area di rigore da Smith e va giù, per l'arbitro è fallo. dal dischetto si presenta Iaquinta che fa 1-1. Nel finale della prima frazione di gioco l'Italia prova a alzare i ritmi ma la Nuova Zelanda difende e chiude i primi 45' in parità.

Nella ripresa la squadra di Lippi si presenta con due novità in campo: entrano Di Natale e Camoranesi, escono uno spaesato Gilardino e un inconcludente Pepe. L'Italia parte a spron battuto ma fatica a creare azioni pericolose. Al 61' va fuori Marchisio per far posto a Pazzini e gli Azzurri si fanno più arrembanti. Di Natale in girata impegna Paston, poi è un bolide di Montolivo a impensierire ancora l'estremo neozelandese. Nel finale è Chris Wood a sfiorare l'incredibile colpaccio: salta Cannavaro e calcia in diagonale con il pallone che si perde di un soffio a lato della porta difesa da Marchetti. A 3' dal termine Camoranesi calcia dalla distanza e Paston si supera deviando in calcio d'angolo. Termina 1-1 un match in cui tutti i favori del pronostico erano per gli Azzurri che ora sono obbligati a vincere con la Slovacchia per passare il turno.

World Cup South Africa 2010 Highlights della sezione video dello speciale dedicato ai Mondiali
FANTASCUDETTO MONDIALE

VAI ALLO SPECIALE MONDIALI

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky