Caricamento in corso...
21 giugno 2010

Italia, Pirlo recupera. Ma contro la Slovacchia è in dubbio

print-icon
spo

Il centrocampista azzurro si è ripreso dall'infortunio al polpaccio sinistro e giovedì prossimo sarà a disposizione di Marcello Lippi. Non è detto però che il ct lo usi dal primo minuto: "Voglio prima valutare bene". GUARDA L'ALBUM MONDIALE E IL VIDEO

LIPPI ALLA SQUADRA: NON ABBIATE TERRORE

L'ITALIA SI QUALIFICA SE...

TUTTI I GOL DEI MONDIALI DA SKY SPORT

Un recupero lampo: venti giorni dopo l'infortunio che rischiava di tagliarlo fuori dal Mondiale, Andrea Pirlo tornerà a disposizione dell'Italia. Anche se non è detto che Marcello Lippi lo usi dal primo minuto. "Recuperato mi sembra un po' tanto: non si allena da quindici giorni, voglio prima valutare bene", ha frenato il commissario tecnico. Restare abbottonati sulla formazione fa parte del repertorio, e non è detto sia questo il caso. Ma di certo, Lippi sa di avere un'arma in più contro la Slovacchia. Ieri il regista azzurro fermato a Bruxelles da una distrazione di secondo grado al polpaccio sinistro, ha prima corso e poi si è unito per la prima volta al resto della nazionale per calciare il pallone: qualche minuto di addestramento tattico palla a terra, a ritmo blando, senza forzare. Ma senza fastidi. E Pirlo ha ritrovato il sorriso. Un po' come Buffon: per lui il dolore si è attenuato, ieri primo giorno in tuta a fare qualche esercizio in palestra, ma senza alcuna previsione per il futuro.

Nelle prossime ore sarà invece Pirlo a dover intensificare i ritmi, poi Lippi deciderà se il giocatore ha abbastanza autonomia per essere rischiato. Farlo giocare subito con la Slovacchia è comunque un rischio; la ricaduta di un infortunio del genere è sempre dietro l'angolo. Forse per questo la via scelta sarà quella di un eventuale ingresso a partita in corso. Però l'obiettivo fissato è stato raggiunto: il protocollo dello staff medico del professor Enrico Castellacci, in collaborazione col giocatore nei giorni in cui si è curato a casa, era un mix di applicazioni fisioterapiche tradizionali e nuovi macchinari. Così il giocatore è stato restituito a Lippi.

"Voglio valutare bene le scelte di formazione, ponderare le condizioni dei giocatori, coinvolgerli", ha specificato Lippi, forse riferendosi alla risposta che anche Pirlo dovrà dare. Dall'impiego o meno del regista, dipende parte dell'assetto della prossima Italia. L'alternativa, per sostituire Marchisio, è Gattuso. Le altre ipotesi riguardano un ritorno all'originaria idea di spostare Chiellini a sinistra, in difesa, con una coppia centrale Bonucci-Cannavaro, ma i margini di rischio sono davvero esigui visto che finora gli avversari hanno tirato solo due volte, e fatto gol altrettanto. In avanti, il rebus più difficile. Gilardino sembra out, Pazzini non ha sfruttato la chance offerta. Quagliarella è l'unico tra le punte a garantire il minimo sindacale, quanto a Di Natale è oramai chiaro che la posizione ricoperta in campionato con l'Udinese, centravanti di movimento, è quella che ne esalta meglio le doti. Lippi ha due giorni per decidere.


CONFRONTA L'ITALIA CON LE ALTRE GRANDI

GUARDA LE PAGELLE DI GIORGIO PORRA'

FANTASCUDETTO MONDIALE

GUARDA L'ALBUM DEI MONDIALI

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky