Caricamento in corso...
28 giugno 2010

Il Messico non ci sta. Aguirre: una coltellata dall'arbitro

print-icon
jav

Javier Aguirre si scaglia contro Rosetti: ''Abbiamo ricevuto una coltellata...'' (foto Ap)

L'allenatore del Messico dopo il ko contro l'Argentina determinato anche dall'arbitraggio di Rosetti: ''Due errori che hanno drammaticamente cambiato l'esito della partita. Da quel momento abbiamo perso lucidità e concentrazione''. LA FOTOGALLERY

TUTTI I GOL DEI MONDIALI DA SKY SPORT

LE PAGELLE

"Abbiamo giocato bene, e nel primo tempo eravamo superiori. C'è un prima e dopo il gol che abbiamo preso. Ci sono stati due errori che hanno drammaticamente cambiato l'esito della partita. Da quel momento abbiamo perso lucidità e concentrazione, e ora non posso fare altro che felicitarmi con l'Argentina". Così il ct del Messico Javier Aguirre nel dopo-partita della sfida degli ottavi persa contro gli argentini. "C'è comunque un'ottima generazione di giocatori giovani messicani - dice ancora Aguirre - e vedrete che verranno fuori. Se resto? Ne parlerò con i dirigenti federali".

"Non voglio parlare dell'arbitro - dice poi Aguirre - però il suo errore poi ci è costato anche il secondo gol, perché la sua decisione ci ha deconcentrati, ed il secondo gol è il prodotto del primo. Ma ora per questa coltellata (di Rosetti n.d.r.) non dobbiamo rivoluzionare il calcio messicano, che  rimane forte. Ho detto ai miei di andare calmi con le dichiarazioni, il calcio è anche questo e gli arbitri devono prendere decisioni in un secondo. Ci è mancata la forza mentale di reagire ad un errore, non nostro, del genere". "Comunque in questo Mondiale non abbiamo avuto regolarità, non abbiamo mai mantenuto lo stesso livello nei 90' di gioco, e l'abbiamo pagata", ha detto ancora il ct messicano.

L'ALBUM DEI MONDIALI


FANTASCUDETTO MONDIALE

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky