Caricamento in corso...
17 giugno 2014

Il Messico e Ochoa frenano il Brasile, a Fortaleza è 0-0

print-icon
bra

Il Brasile non è riuscito ad ottenere la vittoria contro il Messico a Fortaleza, merito anche del portiere Ochoa (Getty)

Nella prima partita della seconda giornata del gruppo A la Seleçao non va oltre il pareggio, proprio come nell'anno del Maracanazo. Grande protagonista della serata il portiere messicano: decisivo in più di un'occasione

BRASILE-MESSICO 0-0

Guarda la cronaca del match


GUARDA LE PAGELLE

Il Brasile si ferma a Fortaleza. Arriva dall’Estadio Castelao un’altra grande sorpresa di questo Mondiale. Gli uomini di Scolari non riescono ad andare oltre lo 0-0 con il Messico nel primo match della seconda giornata nel Gruppo A. Non arriva la seconda vittoria della Seleçao in questo Mondiale. Merito di un ottimo Messico, solido in difesa e quadrato a centrocampo. Un po’ più rinunciatario davanti, almeno all’inizio, ma decisamente efficace. Già perché di fronte alla marea verdeoro del Estadio Castelao la squadra di Herrera non ha mostrato alcun timor riverenziale.

Ochoa insuperabile -
Il Brasile è partito subito forte e solo un ottimo Ochoa non ha permesso a Neymar e compagni di trovare la rete. Il portiere messicano è stato uno dei grani protoganisti dell’incontro, soprattutto con la parata nel finale sul colpo di testa di Thiago Silva. Il rammarico più grande però potrebbe averlo il ct Herrera: con il Chicharito Hernandez in campo nel secondo tempo a ballare è stata più la difesa della Selecao che quella della Tricolor, soprattutto nel finale con le conclusioni di Marquez e Jimenez.

Brasile sottotono
- Il Brasile stecca clamorosamente alla seconda partita. Questo 0-0 però non compromette affatto le possibilità di qualificazione degli uomini di Scolari, a cui basterà battere il Camerun per avere la matematica certezza del passaggio di turno. La situazione del Gruppo A vede ora proprio Brasile e Messico in testa a quota 4, con una partita in più rispetto a Croazia e Camerun in campo mercoledì. Certo è che nessuno si attendeva un risultato simile. E l’assenza di Hulk non può da sola giustificare le difficoltà di un Brasile che per vincere questo Mondiale ha bisogno di fare molto di più.

Lo spettro del Maracanazo
- Dopo 32 anni, il Brasile frena alla seconda giornata dei gironi. Da Spagna '82 a Sudafrica 2010 incluse, la squadra verdeoro aveva sempre vinto in ogni edizione le prime due giornate della fase a gironi. L'ultimo stop risaliva ad Argentina '78, quando la Seleçao mise insieme nei primi 180' del Mondiale due pareggi, 1-1 contro la Svezia e poi 0-0 contro la Spagna. Pareggio nel secondo match anche nell’edizione del Maracanazo. Nel 1950 la Seleçao vinse all'esordio 4-0 proprio sul Messico, poi pareggiò la seconda partita, 2-2 contro la Svizzera. Corsi e ricorsi storici che ritornano.

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky