Caricamento in corso...
10 maggio 2014

I 23 dell'Iran: no allo scambio delle maglie

print-icon
ira

L'attaccante del Charlton Reza Ghouchannejad, 8 gol in 10 presenze con la nazionale iraniana (Getty)

La Federazione calcistica iraniana ha comunicato al gruppo impegnato in Brasile nel girone F (con Argentina, Bosnia e Nigeria) che non sarà possibile scambiare le divise con gli avversari: "Non possiamo dare ai giocatori una maglia per ogni partita"

I 23 convocati di Queiroz:

Portieri: Daniel Davari (Eintracht Braunschweig), Alireza Haghighi (Sporting Covilha, in prestito dal Rubin Kazan), Rahman Ahmadi (Sepahan).

Difensori:
Hossein Mahini (Persepolis), Steven Beitashour (Vancouver Whitecaps), Pejman Montazeri (Umm Salal), Jalal Hosseini (Persepolis), Amir-Hossein Sadeghi (Esteghlal), Ahmad Alenemeh (Naft), Hashem Beikzadeh (Esteghlal), Mehrdad Pouladi (Persepolis).

Centrocampisti: Javad Nekounam (Kuwait SC), Andranik Teymourian (Esteghlal), Reza Haghighi (Persepolis), Ghasem Haddadifar (Zob Ahan), Bakhtiar Rahmani (Foolad), Ehsan Hajsafi (Sepahan).

Attaccanti: Ashkan Dejagah (Fulham), Masoud Shojaei (Las Palmas), Alireza Jahanbakhsh (NEC Nijmegen), Reza Ghoochannejhad (Charlton), Karim Ansarifard (Tractor Saz, on loan from Persepolis), Khosro Heydari (Esteghlal).

No allo scambio delle maglie. I calciatori dell'Iran che disputeranno i Mondiali in Brasile non potranno scambiare le loro maglie con i colleghi di altre squadre al termine delle partite. Secondo quanto ha spiegato il presidente della federcalcio Ali Kafashian, le cui dichiarazioni sono state riportate da alcuni media brasiliani e dall'agenzia di stampa tedesca Dpa, i motivi del divieto sono di tipo economico, visto che non sarà possibile fornire ai giocatori una maglia per ogni partita. Come dire che le casacche dovranno quindi essere lavate e riutilizzate. Peccato soprattutto per chi, nel team persiano sognava di poter scambiare la maglia con Lionel Messi, visto che l'Argentina sarà, con Bosnia e Nigeria, una delle rivali degli iraniani nella prima fase. "I giocatori devono economizzare, e non daremo loro una maglia nuova a ogni partita", ha spiegato Kafashian.

Il riutilizzo delle maglie ha già creato problemi alla nazionale iraniana, come quando il portiere Alireza Haghighi ha preso l'ordine talmente alla lettera al punto da lavarsi la maglia da solo: il problema è che gli si è ristretta e non ha più potuto usarla. "Ora ai nostri - ha puntualizzato Kafashian - è stato spiegato che se fanno da soli, non devono lavare le casacche con acqua calda".


Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky