Caricamento in corso...
24 maggio 2014

Mondiali, forcing sicurezza: spesi 850 milioni di dollari

print-icon
mar

La Marina brasiliana durante un'esercitazione anti-terrorismonelle acque antistanti Copacabana a Rio (Foto Getty)

100.000 poliziotti, 57.000 soldati, 13.000 della marina: ecco le forze in campo schierate dal Brasile, ma continuano scioperi e proteste. Loew è ottimista, mentre Ronaldo commenta: "Non dobbiamo trasmettere questa immagine del Brasile all'estero"

Il Brasile ha speso più di 850 milioni di dollari (circa 630 milioni di euro) in materia di sicurezza per i Mondiali. Saranno schierati 57.000 soldati, più altri 100.000 altri uomini tra poliziotti e altre forze di sicurezza nelle 12 città che ospiteranno il torneo, per controllare alberghi, stadi e aeroporti durante le partite. Queste le promesse del ministro della Difesa Celso Amorim e di quello della Giustizia, Cardozo. Inoltre la marina fornirà ulteriori 13.000 uomini su quattro fregate, una corvetta e 21 motovedette. L'aeronautica invierà 24 aerei Super Tucano, tre velivoli radar e 11 elicotteri. E tutto è pronto anche in caso di proteste e manifestazioni. "Le situazioni verificatesi nella Confederations Cup non si ripeteranno", ha sottolineato il ministro della Giustizia brasiliano. Gli agenti ora sono più addestrati per affrontare questi contesti".

Intanto manifestazioni di protesta e scioperi continuano in tutto il Brasile: in 11 città satelliti della megalopoli di San Paolo gli autisti del trasporto pubblico hanno incrociato le braccia da giorni. E il blocco degli autobus sta interessando anche altre capitali del Paese sudamericano, come Teresina (Piauì), Cuiabà (una delle 12 sedi del torneo iridato, nel Mato Grosso) e Sao Luis (Maranhao).

L'ottimismo del Ct della Germania, Joachim Loew. "Le proteste vanno prese sul serio, ma sono convinto che saranno Mondiali sicuri". Joachim  Loew, ct della Germania, è fiducioso che il Brasile saprà garantire l'ordine pubblico in occasione dei Mondiali. "Si devono prendere sul serio le proteste, ma sono convinto che saremo al sicuro in Brasile e che saremo accolti  amichevolmente. Capisco che i brasiliani scendano in piazza: manifestano per le necessità primarie della loro vita e della società. Spero solo che le proteste  non siano violente e non oscurino la competizione".

Ronaldo: il Brasile vincerà sul campo.
L'ex attaccante di Barcellona, Real Madrid ed Inter, Ronaldo è membro del Comitato organizzatore locale dei Mondiali: "E' una vergogna, sono imbarazzato per la situazione attuale, tra cui i ritardi nella consegna di alcuni stadi, ma amo il mio paese. Il Brasile non era perfetto prima della Coppa del Mondo, era lo stesso o forse peggio. Ma non dovremmo trasmettere questa immagine all'estero". Pallone al piede, però, il Brasile "vincerà il Mondiale", dice Ronaldo, "Germania, Argentina e Spagna sono le altre favorite".

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky