Caricamento in corso...
03 giugno 2014

Luis Pinto, fuochi d'artificio per la sua Costarica

print-icon
lui

Colombiano, ha 62 anni. E' ritornato sulla panchinma della Costa Rica nel 2011

E' uno dei tre ct colombiani ai Mondiali. Uno che, di solito, torna: è stato infatti chiamato più volte a rimpiazzare altri allenatori. E conosce bene le difficoltà del girone capitato alla sua nazionale

Gli è capitato senza dubbio un girone con 3 grandi squadre: Uruguay, Italia e Inghilterra. E Jorge Luis Pinto, nato in Colombia nel 1952, farà di tutto affinché la Costa Rica possa affrontare tutte le competizioni a testa alta.

D’altronde il suo soprannome è “explosivo”. Dalla sua ha le buone prestazioni contro Messico, Stati Uniti, Brasile e Spagna. Sono 3 gli allenatori colombiani che hanno portato la loro squadra a Brasile 2014, Pinto è uno di loro (gli altri due sono Suarez con l’Honduras e Rueda con l’Ecuador).

Il ct della Costa Rica ha un fratello senatore, ha studiato in Germania e ha debuttato come allenatore professionista nel 1984 con il Club Deportivo Los Millonarios. Ha vinto tre scudetti in Perù e non è nuovo alla guida della Costa Rica. Aveva già infatti assaporato l'incarico nel 2004 guidando la squadra nella Coppa América. Dal 2011 è stato richiamato sulla panchina centroamericana.

Soprannome: explosivo
Panchina: 3 anni
La frase: "Il sogno è superare il primo turno, magari con l’Italia"

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky